Vai al contenuto

Sell out significato e strategie

Sell out significato e strategie

Nell’insieme di attività che fanno parte dell’ossatura di un’azienda e quindi anche della sua capacità di produrre degli utili c’è senz’altro anche il cosiddetto sell out. Questa pratica si accompagna spesso alla sua inversa, il sell in, ma entrambi hanno a che fare con la stessa cosa. Ovvero la merce e i suoi movimenti. Per questo è importante approfondire del sell out significato e funzione all’interno del ciclo che porta dalla produzione di un bene o servizio alla sua vendita. 

Nonostante le apparenze, questa pratica è assai più complessa poiché prevede la presenza di altre figure a seconda delle situazioni. Quali distributori e rivenditori. Dunque se il sell in si preoccupa del processo mediante il quale merce e articoli giungono in un negozio, parlerà unicamente ai fornitori. Il sell out pertanto guiderà il processo di chiusura delle vendite affidandosi a persone altamente qualificate il cui compito è quello di relazionarsi direttamente con il consumatore finale.

Ma procediamo con ordine e vediamo di comprendere bene del sell out significato e importanza a livello strategico.

Sell out significato e funzione

Cos’è il sell out significato e importanza strategica nel tuo business

Quello che possiamo dire con certezza a proposito del sell out significato e suo ruolo nei processi produttivi di un’azienda, è che questa attività si riferisce ai beni o servizi “in uscita”. Quelli che indipendentemente dal fatto che passino per un negozio fisico o un rivenditore online mettono al centro il consumatore finale. 

Quest’ultimo viene infatti definito nel linguaggio aziendale end user, e si inserisce nella cosiddetta strategia di vendita B2C. Passando dal sell out significato al suo impiego nel marketing capiamo che l’obiettivo si lega alla percentuale di merce immessa sul mercato e con alte probabilità di vendita. Dettaglio che tenderebbe ad escludere prodotti digitali o servizi per i quali non è previsto un magazzino da liberare dalle scorte.

Con le tecniche di sell out marketing infatti si vuole spingere il cliente ad effettuare il primo acquisto sfruttando sino al primo istante in cui entra in contatto con il nostro brand. In un’altra situazione invece si farà maggiore affidamento a delle specifiche tecniche di persuasione per invogliare il consumatore ad effettuare un certo acquisto del quale magari non ha nemmeno bisogno. 

Quello a cui ci stiamo riferendo è il cosiddetto “acquisto di impulso” ed è solitamente sollecitato con strategie molto semplici. Per esempio sfruttando l’allestimento di una vetrina (online e offline) per mettere in risalto un certo articolo. Oppure ricorrendo a promozioni se si effettua un altro tipo di acquisto ecc ecc.

Altro modus operandi prevede si stringere il rapporto con il cliente che ha già comprato presso il nostro marchio e invogliarlo ad effettuarne uno nuovo. Utilizzando strumenti come sconti, coupon, raccolta punti saremo in grado infatti di spingere il nostro acquirente a interessarsi a nuovi articoli del nostro catalogo. Una forma di reiterazione dell’acquisto che permette di non avere mai delle pause rispetto al sell out aziendale.

Va specificato una volta compreso del sell out significato e importanza tecnica che per mettere a punto la strategia migliore e di successo occorrerà una figura professionale adatta allo scopo. Il cosiddetto specialista delle vendite o “sell out specialist”.

Per riuscire nell’arduo compito di incrementare le vendite contenendo gli sprechi e il disavanzo di merce in magazzino, il sell out specialist dovrà possedere alcune caratteristiche fondamentali. Il potere di persuasione è sicuramente uno dei più importanti. 

Non basta infatti avere delle semplici competenze di vendita per centrare l’obiettivo finale. Essere al servizio del cliente lasciandogli la libertà di decidere e allo stesso tempo solleticare il suo interesse facendo riferimento alle sue esigenze è un vero e proprio talento. 

Oltre ad essere persuasivi naturalmente non bisogna mai dimenticare di essere cordiali e accoglienti con il cliente. Non sempre saremo in grado di venire incontro a tutti i suoi bisogni. Ma potremo sempre lasciare su di lui un impatto positivo in modo da invogliarlo a continuare ad effettuare acquisti presso il nostro marchio.

In tutto questo a giocare un fattore decisivo è senza dubbio il tipo di comunicazione che adotteremo in ogni nostra strategia. Il che prevede anche il saper ascoltare, conoscere le esigenze del nostro cliente, venirgli incontro e saperlo accontentare offrendogli un’esperienza di compravendita unica.

Una volta compreso del sell out significato e del sell out specialist l’importanza passiamo a vedere qualche strategia che potrebbe rivelarsi utile per i nostri piani di business.

Sell out significato e strategie

Sell out, ecco alcune strategie per il successo del tuo business

Una buona strategia di marketing e un personale addetto alle vendite specializzato è sicuramente il miglior modo di presentare una buona pratica di sell out. Soprattutto perché accrescere il valore del nostro marchio passa per il grado di soddisfazione della nostra clientela. E per riuscire in questo occorre necessariamente trasmettere anche durante il processo di vendita la migliore immagine di noi.

Se hai compreso sin qui del sell out significato e caratteristiche fondamentali, non ti sarà difficile mettere in campo alcune delle strategie più efficaci. Naturalmente in base al tipo di mercato a cui ci rivolgiamo.

Abbiamo per esempio la tecnica del taglio di prezzo. Il ricorso allo sconto, al coupon, alla promozione che ci farà entrare nelle grazie del nostro cliente al punto da fargli preferire gli acquisti da noi anziché dalla concorrenza.

Il ricorso alla figura del promoter è un altra ottima soluzione. Se abbiamo un articolo che si rivolge a una vasta platea, potrebbe essere decisivo piazzare la nostra figura professionale non solo nei nostri punti vendita. Ma anche in quelle location e strutture capaci di accogliere diverse realtà commerciali. Piazze, centri ecc.

Infine possiamo considerare come tecnica di sell out alcuni incentivi, come per esempio le carte fedeltà o la raccolta punti. Sono strumenti che se ben utilizzati non solo diventano conferma di fidelizzazione con il cliente. Ma manterranno in un certo senso le nostre entrate costanti, poiché si sarà rafforzato il rapporto tra il nostro brand, il rivenditore e il consumatore finale.

Argomenti