I cinque consigli di HiPay per ottimizzare le vendite degli store online nel settore fashion

La ricerca di HiPay si è concentrata sui sistemi anti-frode, sull’importanza di siti cross-border e sui concetti di mobile experience e omnicanalità

HiPay

Da qualche ora HiPay ha presentato i risultati definitivi relativi all’anno 2016, prima di raccontare l’andamento del gruppo fintech francese durante l’anno passato, Dcommerce ha però deciso di proporre l’infografica che HiPay ha realizzato sulle strategie necessarie per avviare e ottimizzare le conversioni all’interno di uno store di moda digitale.
Oltre a suggerire le strategie di base come l’analisi delle necessità degli utenti e le richieste di mercato, HiPay ha concentrato la sua ricerca su altri fattori importanti come l’applicazione di sistemi anti-frode a tutela della user experience, l’importanza di siti web cross-border e i concetti di mobile experience e omnicanalità, stilando una lista di 5 step fondamentali per aumentare le vendite online dei fashion store. Il focus sulla moda deriva dall’importanza che questo settore ricopre attualmente all’interno dell’ecommerce italiano, che nel 2016 ha trainato il mercato crescendo del 35% rispetto al 2015.

I cinque consigli di HiPay

1) Utilizzare i dati dei clienti e i trend di comportamento: un’approfondita conoscenza del singolo utente e della sua consumer journey permette una promozione dei prodotti mirata e una comunicazione personalizzata capace di garantire conversioni rapide
2) Analizzare i pagamenti e prevenire le frodi: per un’ottimizzazione del processo d’acquisto diventa necessario seguire tutti i passaggi dell’utente consentendo alle pagine di pagamento di adattarsi ai differenti profili del consumatore e applicare sistemi di sicurezza anti-frode sulla base dei prodotti più vulnerabili presenti in catalogo, tenendo presente che i tassi di frode più elevati si registrano nella vendita di orologi (9,92%) e sneaker (5,76%)
3) Creare un sito web “Cross-Border Friendly”: cresce la percentuale di acquisti cross-border online, il 25% degli acquisti ecommerce a livello mondiale avviene su siti web al di fuori dei confini nazionali, scelta dettata da prezzi più convenienti (75%), spedizioni concorrenziali (50%), non disponibilità del prodotto nel proprio paese (60%) e altri vantaggi per l’utente finale
4) Mobile app o non mobile app: sebbene gli acquisti fashion da mobile superino il 50% in Gran Bretagna, Corea del Sud e in Giappone, dove la percentuale è addirittura pari al 62%, i brand devono indagare sulla possibilità che lo sviluppo di un’applicazione rappresenti o meno la risposta giusta al proprio business. I dati dimostrano che il 59% delle app viene utilizzato una volta soltanto, mentre il 25% delle app, una volta scaricate, non vengono mai aperte
5) Diventare Omnichannel: per la finalizzazione di un acquisto e la ricezione dell’ordine è molto importante ideare una strategia cross-channel e attivare validi tool come il Guest Checkout per gli utenti non registrati. Uno strumento che garantisce un’esperienza d’acquisto comoda e adattabile ai differenti consumatori


HiPay