Kaleyra: sempre più diffusi i pagamenti con carta fra gli italiani

Secondo i dati dell’Osservatorio Mobile Finance nel 2017 il numero complessivo di transazioni (notifiche SMS legati a CC e carte) ha raggiunto il volume record di 881,1 milioni

notifiche

A pochi giorni dalla presentazione del brand Kaleyra, la nuova realtà nata dall’unione fra Ubiquity e Solutions Infini ha presentato l’Osservatorio Mobile Finance, studio relativo al numero di messaggi inviati dalle banche ai propri correntisti e possessori delle carte di pagamento nel corso del 2017. Obiettivo dell’Osservatorio è anche quest’anno quello di monitorare i volumi generati dai servizi di messaggistica SMS offerti da 25 tra le più importanti banche italiane (clienti di Kaleyra) e offrire una panoramica sui trend in atto nel nostro Paese relativamente all’adozione dei servizi mobile legati a conti correnti e carte di pagamento.

Una crescita costante

Il monitoraggio conferma il trend di crescita degli ultimi anni: nel 2017 il numero complessivo di transazioni, ovvero le notifiche legate a conti corrente e carte di pagamento che hanno viaggiato sulle reti mobili italiane, hanno raggiunto il volume record di 881,1 milioni, con una crescita del 21,2% rispetto al 2016. Guardando lo storico degli ultimi sei anni, il numero è triplicato, confermando l’apprezzamento e il ricorso sempre più intenso a questo tipo di servizi.
I mesi di novembre e dicembre si sono confermati essere quelli nei quali il numero di transazioni registrate ha avuto il picco maggiore, complice le offerte legate al Black Friday e al periodo pre-natalizio. In particolare, a novembre, le notifiche inviate agli utenti sono state 96,8 milioni, con un vero e proprio boom nella sola giornata del “venerdì nero” con 4,4 milioni di SMS (+ 27,3% rispetto alla stessa ricorrenza del 2016). Il mese più “caldo” per numero di notifiche è stato invece quello di dicembre 2017, con 114,4 milioni di SMS certificati inviati.

Più di 1 miliardo di notifiche

L’altro dato interessante riguarda il numero totale di messaggi inviati dalle banche ai propri clienti nel 2017, indipendentemente dalla tipologia di contenuto (notifiche di transazioni avvenute, servizi di marketing, trading o caring). Numero che per la prima volta ha superato il tetto di un miliardo di notifiche: 1.040 milioni, con una crescita del 26,3% rispetto all’anno precedente. Il dato conferma più trend, già evidenziati in passato: una accelerazione al ricorso di una interazione via mobile, in linea con la penetrazione degli smartphone nel nostro Paese e una crescita degli alert legati al conto corrente e introdotti per contrastare gli attacchi fraudolenti su carte di credito e sistemi online (questi da soli raggiungono quota 179,6 milioni, con un aumento del 37,3% rispetto all’anno precedente).
notifiche
Più in generale, nel 2017 tutti i servizi di notifica sono cresciuti rispetto all’anno precedente. Da segnalare i servizi SMS legati ad attività di marketing che hanno visto una crescita a tre cifre, +396,8%. Un risultato interessante se si considera che nella rilevazione del 2016 gli stessi servizi avevano registrato una flessione del 20%. In un mercato dove fanno la loro comparsa nuovi soggetti in grado di offrire servizi bancari alternativi e a valore, le banche ricorrono in modo sempre più massiccio a strumenti di marketing automation e digitali, per pianificare e gestire le comunicazioni dirette alla propria utenza.