Iper, La grande: per pagare la spesa basta uno smartphone, Jiffy e un QR code

La partnership tra SIA e UBI Banca permette di introdurre l’applicazione di Jiffy negli ipermercati dell’insegna e semplificare la customer experience nella GDO italiana

Jiffy

Dopo operatori come Satispay e Mobysign anche SIA fa il suo ingresso all’interno della GDO italiana per consentire pagamenti più veloci e innovativi. A seguito dell’accordo concluso con l’olandese ABN AMRO, l’azienda paneuropea ha infatti comunicato una nuova partnership, questa volta con UBI Banca, che permette di introdurre Jiffy nei punti vendita Iper, La grande di Seriate, Orio al Serio, Rozzano e Vittuone. A breve l’accordo sarà esteso ad altri 23 punti vendita dell’insegna fino a coprire i restanti ipermercati nelle 7 regioni d’Italia in cui Iper è presente.
La collaborazione tra UBI Banca e SIA, che per primi in Italia già nel 2014 avevano lanciato Jiffy per trasferire denaro via smartphone tra privati, punta a sostenere lo sviluppo delle modalità più innovative di pagamento digitale che nel 2017 hanno superato i 46 miliardi di euro con una crescita del mobile del 60% rispetto al 2016 per un valore complessivo di 6,7 miliardi di euro di transato. L’accordo con Iper, La grande si inscrive nel quadro delle iniziative del retailer volte ad arricchire la customer experience di nuove possibilità di pagamento.
Pagare con Jiffy al supermercato sarà molto semplice: terminati gli acquisti, il cliente potrà effettuare il pagamento aprendo l’applicazione mobile e inquadrando con il proprio smartphone il QR code generato dalla cassa e con un semplice tap concludere l’operazione. «La partnership con UBI e Iper segna un’ulteriore e fondamentale tappa nell’evoluzione digitale di Jiffy dalla modalità P2P a quella del P2B», ha commentato Marco Polissi, responsabile Jiffy di SIA. «L’apertura al canale della Grande Distribuzione Organizzata dimostra ancora una volta la flessibilità e l’innovazione del servizio che tramite uno smartphone offre diverse opportunità di utilizzo: dai trasferimenti istantanei di denaro tra privati agli acquisti presso i negozi, fino ai pagamenti nei supermercati.»