Alipay sbarca in Ungheria. Firmato l’accordo con UniCredit Bank Hungary

Il flusso di turisti cinesi, in Ungheria, registra numeri sempre più elevati. Da qui la necessità di fornire, anche nel paese europeo, il metodo di pagamento più diffuso in Cina.

AlipayUniCredit-Cina_ungheria

UniCredit Bank Hungary e Alipay hanno firmato un accordo di collaborazione. Si tratta del primo accordo ufficiale per il Paese, che rende finalmente disponibile il metodo di pagamento mobile più diffuso in Cina proprio per i visitatori cinesi che arriveranno in Ungheria dal 2019.

Il contratto è stato firmato da UniCredit Bank Hungary e Alipay Europe, segnando l’inizio di quella che sarà a tutti gli effetti una partnership capace di consentire, al crescente numero di visitatori cinesi all’estero, l’acquisto di beni e servizi in Ungheria utilizzando l’app a cui sono abituati in patria.

Grazie a questo accordo, i clienti commerciali di UniCredit avranno quindi la possibilità di fornire un servizio di pagamento Alipay ai loro clienti cinesi.

Cos’è Alipay? Con oltre 700 milioni di utenti attivi, si tratta di uno dei metodi di pagamento mobili più diffusi e utilizzati in Cina. Alipay consente inoltre pagamenti in negozio in molti mercati popolari con i turisti cinesi in tutto il mondo, ed è già accettato in più di 40 paesi e regioni.

In Ungheria, l’introduzione dei servizi Alipay rappresenta un’opportunità per capitalizzare il numero di turisti cinesi nel paese, in rapida crescita. Secondo l’agenzia turistica ungherese, nel 2017 a Budapest ci sono stati circa 178.000 visitatori cinesi, che di fatto mettono la Cina tra i primi 10 paesi da cui arrivano i turisti nella capitale. Sulla base delle dichiarazioni del governo, il numero di turisti cinesi in visita in Ungheria è cresciuto di oltre il 34% lo scorso anno (227.000 nel 2017), mentre oltre 140.000 turisti cinesi sono arrivati nei primi 6 mesi del 2018, corrispondenti ad un ulteriore aumento dell’11%.

La portata economica del turismo cinese in Ungheria

I turisti cinesi in visita in Ungheria fanno molti acquisti: spendono in media 1.400 dollari (390.000 fiorini), il 50% in più rispetto alla spesa media degli stranieri da parte dei turisti cinesi in altri paesi, come confermato da Ctrip, la più grande agenzia di viaggi online della Cina.

L’Ungheria possiede, inoltre, un’altra caratteristica unica nel suo genere, ed un collegamento con la popolazione cinese: non tutti sanno che ospita la più grande popolazione cinese nella regione dell’Europa centrale con circa 20.000 cittadini cinesi che vivono stabilmente nel paese.

Siamo lieti che Alipay abbia deciso di lanciare i suoi servizi di pagamento e stile di vita in Ungheria in collaborazione con UniCredit Bank. Siamo lieti di fornire l’infrastruttura finanziaria per i servizi di Alipay per offrire soluzioni di pagamento senza contanti e a prova di futuro e servizi di offerte speciali per i clienti Alipay e gli esercenti UniCredit che utilizzano il servizio. Poiché l’Ungheria attrae così tanti turisti cinesi nella CEE, siamo convinti che questa partnership favorirà allo stesso modo sia i visitatori cinesi sia i mercanti ungheresi “, questa la dichiarazione di Marco Iannaccone, Deputy CEO di UniCredit Bank Hungary.

La nostra partnership di successo con Unicredit è iniziata due anni fa e l’apertura del mercato ungherese è una pietra miliare per Alipay in Europa: l’Europa è la seconda destinazione preferita dopo che l’Asia e l’Ungheria sono tra i paesi in più rapida crescita in termini di arrivi, grazie al storia e bellezza del paese Il nostro obiettivo è quello di migliorare l’esperienza di viaggio in uscita dei viaggiatori cinesi, offrendo tassi di cambio valutari competitivi, servizi innovativi e molti strumenti di coinvolgimento dei clienti per i commercianti “, ha invece aggiunto Roland Palmer, General Manager di Alipay nei paesi EMEA.

L’Ungheria non è il primo paese in cui UniCredit ha lanciato la piattaforma Alipy: l’Italia ha introdotto con successo Alipay  già lo scorso anno, rendendo il servizio disponibile ai clienti commerciali di UniCredit in tutto il paese. A tal proposito Carlo Vivaldi, Responsabile della Divisione UniCredit CEE, ha affermato:

Questo è il primo passo in cui prevediamo di estendere questo servizio ad altri paesi UniCredit nella CEE Consente ai commercianti di accettare pagamenti dai visitatori cinesi tramite l’app Alipay, ampliando il loro potenziale commerciale. La strategia consiste nell’integrare le principali innovazioni tecnologiche e i sistemi di pagamento digitale in servizi e soluzioni che offriamo ai clienti, al fine di massimizzare le prestazioni commerciali e creare valore per i clienti di UniCredit “.