Mukako, l’eshop italiano tra le 10 imprese a più rapida crescita d’Europa secondo il Financial Times

La start up Mukako è stata selezionata dal Financial Times nona azienda europea per più elevato tasso di crescita. Italia seconda per numero di presenze con 191 imprese in classifica

Mukako ha fatto valere le aziende italiane nella classifica annuale pubblicata dal Financial Times sulle 1000 aziende europee a più elevato tasso di crescita. Nella FT 1000 del 2020, insieme al sito ecommerce di Mukako, sono ben 191 le imprese italiane. L’Italia è il secondo Paese per numero di presenze, subito dopo la Germania (con 192 imprese in classifica). Seguono Regno Unito e Francia. I quattro Paesi insieme rappresentano circa il 70% della classifica generale. Londra mantiene il suo primato come città con il maggior numero di aziende in rapida crescita, seguita da Parigi e Milano. Tre aziende italiane rientrano nella top 30, 10 tra le prime 100. La prima è Mukako, che gravita addirittura nella top ten, al nono posto della classifica europea.

Mukako nella top 10

Mukako è una startup specializzata nella creazione e vendita online di prodotti innovativi per bambini. Fondata nel 2014 da Elisa Tattoni e Martina Cusano, a quattro anni dal lancio, l’ecommerce per mamme e papà ha venduto in oltre 40 Paesi, arrivando a 7,21 milioni di euro di fatturato nel 2018. Le entrate sono cresciute del 316,2% nel periodo analizzato dal Financial Times (2015-2018). Il tasso di crescita assoluto è del 7110%. Oggi Mukako vende in Europa, Stati Uniti e Cina. Ha 19 dipendenti e due prodotti pluripremiati: MUtable, un tavolo di design multigioco e MUwall, un sistema di pannelli che permette di creare una cameretta modulare e funzionale.

Le altre italiane in classifica

Segue al posizonamento di Mukako, la seconda italiana in classifica, Supermercato24 (22esima), un portale che permette di fare la spesa online e riceverla a casa in giornata o entro un’ora. Chiunque può iscriversi, scaricare l’app e diventare un fattorino. Creato nel 2014, il servizio oggi è attivo in oltre 400 comuni. La startup cresce, ha un fatturato di 14 milioni di euro (2018), in crescita del 260% nel triennio considerato dal FT. Nella top 30, c’è anche l’italiana Rinah (29esima), con il brand di abbigliamento per uomo Dan John, che ha registrato una crescita del fatturato del 227,9%, tra il 2015 e il 2018. Quest’ultimo è nella classifica il primo brand di abbigliamento per tasso di crescita. Le altre italiane nella top 100 sono: TMT International (53), Nexumstp (62), Viralize (71), Bending Spoons (86), Società Gestioni Lavori (89), Ubiquicom (91), ed Enesco (96).