Youtube Originals: contenuti gratuiti e modello basato sull’advertising

Confermata l'inversione di rotta di Youtube per i suoi contenuti Originals: addio abbonamenti e, in cambio, monetizzazione solamente attraverso la pubblicità.

youtube-originals-advertising

Durante Brandcast, evento contenuto durante gli IAB Digital Content Newfronts, Google ha dato due annunci: il raggiungimento dei 2 miliardi di utenti verificati (contro gli 1,8 miliardi di un anno fa) e il cambio di rotta su i contenuti Youtube Originals.

YouTube cambia, infatti, le carte in tavola per le produzione Originals, puntando tutto su un modello di business sempre più basato sulle pubblicità, a differenza degli altri grandi player del settore: «mentre tutte le altre media company propongono servizi fondati sul paywall», ha dichiarato Robert Kyncl, Chief Business Officer di YouTube, «noi ci stiamo muovendo nella direzione opposta. In questo modo avremo maggiori opportunità di collaborare con gli inserzionisti e di condividere le nostre produzioni originali, già acclamate dalla critica, con un pubblico sempre più ampio». L’offerta per le aziende è disponibile all’interno di Google Preferred, la soluzione pubblicitaria che consente di pianificare adv solo nei canali e nei programmi YouTube più apprezzati dagli utenti.

Da due anni a questa parte, i contenuti Originals erano disponibili solamente per chi sottoscriveva YouTube Premium, al costo di 11,99 euro al mese.