Shopping online, PayPlug: cresce l’uso del mobile (51%), che vince in estate e durante il Black Friday

Secondo una ricerca condotta da PayPlug, più di un acquisto online su due viene effettuato tramite dispositivo mobile, soprattutto nel weekend, in estate e durante il Black Friday

Più di un acquisto online su due viene effettuato tramite dispositivo mobile, soprattutto nel weekend, in estate e durante il Black Friday, in particolare per lo shopping di prodotti cosmetici e abbigliamento.

È quanto rivela una ricerca condotta da PayPlug, la prima soluzione di pagamento online pensata e concepita al 100% per le PMI, nata con l’obiettivo di fornire ai commercianti un servizio di vendita e pagamento online multicanale che offre una customer journey più fluida per ogni consumatore.

“Le persone sono sempre più connesse tramite smartphone e tablet e lo dimostra il fatto che il canale mobile si sia consolidato negli ultimi 4 anni, con una costante ascesa, passando dal 41% del 2018 al 51% nel 2021”, spiega Gloria Ferrante, Marketing Manager Italia di PayPlug. Un andamento che rispecchia i dati diffusi dall’Osservatorio Innovative Payments del Politecnico di Milano secondo i quali con 15,65 miliardi di euro il mondo smartphone rappresenta il 51% del totale del mondo e-commerce.

A consolidarsi è anche il valore medio del carrello su mobile, sempre più spesso superiore ai 75€: ciò avviene nel 39% dei casi, percentuale cresciuta di ben 7 punti dal 2019, andando a sottolineare grande fiducia e usabilità nel mezzo. Cosmesi (55%) e abbigliamento (53%) sono i settori in cui lo shopping da mobile conquista maggiormente i consumatori.

A spingere gli acquisti da mobile anche il commercio conversazionale, ovvero l’atto di vendere prodotti e servizi intrattenendo una conversazione personalizzata con i propri clienti, tramite SMS, e-mail, applicazioni di messaggistica e chatbot. Secondo PayPlug, tra gennaio e maggio 2021 il 15% dei commercianti (contro l’11% dello stesso periodo del 2020) ha infatti concluso vendite via SMS utilizzando i link di pagamento: inviati tramite SMS, e-mail, applicazioni di messaggistica, re-indirizzano il cliente ad una pagina di pagamento sicura in cui inserire i dati per il pagamento e convalidare infine l’ordine, in modo semplice e veloce dal proprio smartphone.

Ma quali sono i momenti in cui gli italiani preferiscono acquistare da mobile? Se durante la settimana si registra il dato più “conservatore”, con il 51% di utenti che utilizza il computer per lo shopping online, nel fine settimana, momento tradizionalmente dedicato al riposo e allo svago, gli smartphone recuperano, andando a staccare il 56% delle vendite online.

“Il dato aiuta a comprendere uno dei maggiori punti di forza del commercio interattivo e da mobile: l’essere vicino al consumatore in ogni momento, fino a diventare parte integrante della sua esperienza di shopping di tutti i giorni”, sottolinea Gloria Ferrante. Durante l’anno, PayPlug nota inoltre interessanti aumenti per lo shopping da mobile in estate e in occasione del Black Friday, quando raggiunge il 54% di preferenze.

Una rilevazione che acquista ancora più importanza a soli due mesi di distanza dal fatidico “venerdì nero” (26 novembre) che non soltanto rappresenta il giorno di picco per gli acquisti ma segna anche l’inizio di un periodo di massima attività per i commercianti, con gli acquisti prenatalizi e i saldi invernali.

Le piattaforme di e-commerce stanno evolvendo in termini di user experience per andare incontro alle esigenze dei clienti che tendono sempre più ad acquistare tramite dispositivi mobili. Per il Black Friday le soluzioni di vendita smart e on the go potrebbero essere le favorite in termini di volumi di vendita generati”, spiega Ferrante.

Per questo è fondamentale che grandi e piccoli commercianti arrivino preparati a momenti centrali per lo shopping come il Black Friday e Natale, lavorando già da ora su una maggiore attenzione all’interazione con il cliente, alla omnicanalità, alla fruibilità dei loro canali di vendita da qualsiasi dispositivo. In questo modo, sarà possibile creare nuove esperienza di acquisto e contribuire allo spostamento dei volumi di vendita sui canali mobili e interconnessi”.