Oltre 2,5 milioni di ordini consegnati in 10 minuti, Gorillas fa il punto dei suoi primi 12 mesi

La startup per la spesa on-demand Gorillas festeggia il suo primo anno con oltre 100 magazzini attivi, una selezione di oltre 2000 prodotti e oltre 10.000 dipendenti dislocati in otto mercati globali

L’ascesa dei supermercati online on-demand è in continua crescita e solo in Europa il settore del cosiddetto quick commerce alimentare (con tempi di consegna entro i 10 minuti) ha raccolto oltre 800 milioni di euro con molti dei leader di mercato che si sono aperti in nuovi territori, assumendo centinaia di dipendenti per far fronte alla loro progressiva crescita. In prima linea Gorillas, la società con sede a Berlino fondata nel 2020, la cui rapida crescita ha portato la startup a una presenza capillare in otto mercati in soli 12 mesi dal lancio.

Il CEO e co-fondatore di Gorillas, Kağan Sümer, fa il punto dei traguardi raggiunti nell’ultimo anno: “Sarebbe un eufemismo dire che è stato un percorso straordinario, in questi dodici mesi sono passato dalla costruzione di scaffali per organizzare i prodotti nel mio soggiorno a consegnare oltre 2,5 milioni di ordini tramite la app di Gorillas.  Ma niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza le community che contribuiscono ogni giorno alla crescita di Gorillas: dipendenti, clienti, partner, fornitori e investitori. Lavorare con partner così solidi, raggiungere traguardi chiave e fare nuovi progetti per il futuro mi riempie di orgoglio, gioia e curiosità per tutto ciò che l’anno a venire ci porterà ancora”.

La consegna in 10 minuti

Gorillas è rimasta sempre fedele al suo motto “Faster than you”. Negli ultimi dodici mesi ha consegnato oltre 2,5 milioni di ordini con un tempo medio di consegna di 10,8 minuti. Non solo, in tempi di pandemia, Gorillas ha anche reso possibile le consegne senza contatto. Il servizio consegna la spesa ovunque gli utenti ritengano più comodo riceverla: a casa propria o di amici, in ufficio, al parco o in altri luoghi pubblici. In media, Gorillas permette di fare la spesa più velocemente che in qualsiasi supermercato offrendo ai propri clienti l’accesso a più di 1.500 generi alimentari e prodotti di uso quotidiano agli stessi prezzi al dettaglio delle catene della grande distribuzione a un costo di consegna contenuto i soli 1,80 euro e senza minimo d’ordine.

La community di biker

Sin dalla sua fondazione, Gorillas ha offerto un modello alternativo alla Gig Economy: tutti i biker Gorillas sono dipendenti impiegati direttamente dall’azienda, diritto a un’equa retribuzione superiore al salario minimo, assicurazione contro gli infortuni, ferie pagate e indennità di malattia. Inoltre, i biker di Gorillas ricevono mance esentasse che i clienti possono dare tramite l’app o in contanti. L’azienda fornisce inoltre ai propri biker tutta l’attrezzatura necessaria: bici elettriche di alta qualità, equipaggiamento protettivo, abbigliamento funzionale come giacche e pantaloni antipioggia e gli zaini necessari per la consegna. L’azienda effettua regolarmente sondaggi sulla soddisfazione dei propri dipendenti e implementa continuamente i miglioramenti per la gestione del lavoro dei propri biker e dipendenti di magazzino. Una panoramica delle misure attuali è disponibile a questo link.

Ad oggi, grazie al programma di sviluppo di carriera di Gorillas, più di 400 ex biker hanno cambiato ruolo all’interno dell’azienda. Gorillas ha sviluppato internamente la propria app per le consegne e l’evasione degli ordini e il software di gestione del magazzino, tutti strumenti che vengono regolarmente integrati all’interno dei propri magazzini ogni giorno. In particolare, un recente sondaggio sulla soddisfazione dei dipendenti ha valutato un indice NPS (Net Promoter Score) pari a 8,6 su 10. Allo stesso tempo, anche il numero di biker assunti tramite segnalazione esterna è un ulteriore segno della soddisfazione anche dei dipendenti: il 60% dei biker nelle città esistenti arriva su raccomandazione.

Quando prossimità fa rima con sostenibilità

Gorillas si basa su una catena di approvvigionamento verticale in modo che il cibo arrivi dal produttore al consumatore in quattro giorni, rispetto ai dieci giorni dei supermercati tradizionali. Inoltre, Gorillas, in qualità di fornitore di prodotti alimentari su richiesta, aiuta a ridurre lo spreco alimentare, responsabile di circa l’8% delle emissioni totali di CO2.

Nuove aperture e progetti di espansione

I biker di Gorillas hanno pedalato in totale oltre 200 volte la circonferenza del mondo. Solo nel secondo trimestre del 2021, il team ha accolto 6.000 nuovi bikers, con una media di 65 nuove assunzioni al giorno. L’obiettivo di Gorillas è fornire accesso immediato a una spesa di qualità per tutti. Sempre nel secondo trimestre di quest’anno, Gorillas è sbarcata in cinque nuovi paesi e in 39 città, costruendo il maggior numero di warehouse in Germania rispetto ai competitor. A partire da giugno 2021, Gorillas è stata lanciata anche in Italia, arrivando per ora a Milano e Roma, ma con nuove aperture già nelle prossime settimane a partire da Torino per la fine di luglio. Gorillas è attiva anche in Germania (nelle città di Berlino, Bonn, Brema, Dresda, Düsseldorf, Essen, Francoforte sul Meno, Fürth, Amburgo, Hannover, Heidelberg, Karlsruhe, Colonia, Lipsia, Monaco, Norimberga, Offenbach am Main e Stoccarda), Regno Unito (nelle città di Londra, Manchester, Cambridge, Nottingham, Southampton), Francia (Parigi), e Paesi Bassi (Amsterdam, Den Haag, Groningen, Haarlem, Leiden, Nimega, Rotterdam, Tilburg, Utrecht), Spagna (Barcellona, Madrid, Maiorca, Valencia e Alicante) e Belgio (Anversa e Bruxelles). Ma non è tutto. Gorillas è infatti l’unica azienda del settore ad essersi avventurata oltre l’Europa, essendo già stata lanciata a New York nella primavera del 2021.

Perché i clienti amano Gorillas

Gorillas cerca di ispirare i propri clienti ogni giorno e questa passione si riflette anche nel comportamento di acquisto dei suoi utenti, che nel tempo hanno aumentato la spesa media continuando a dare fiducia al servizio e a premiare l’offerta dei prodotti di Gorillas. In particolare, l’azienda sta assistendo alla tendenza dei propri clienti di integrare una proporzione crescente di prodotti freschi e locali nei propri acquisti periodici.

Le partnership con le imprese locali

Circa il 20% del’’assortimento di Gorillas è costituito da prodotti locali: birrerie, torrefazioni di caffè, biscottifici e molto altro ancora. Tra questi ci sono molti marchi che sarebbero difficili da trovare nella grande distribuzione, ma che possono essere facilmente inclusi nell’app di Gorillas. La gamma di partner locali viene continuamente ampliata.

La selezione dei partner locali gioca un ruolo fondamentale per Gorillas. La nostra attenzione si concentra in particolare sulla qualità dei prodotti e sull’approvvigionamento locale, come verdure coltivate localmente o partner come panetterie o birrifici locali. Per questo nella nostra app è presente una sezione apposita per i marchi e le offerte locali diversa per ogni città”, ha commentato Alessandro Colella, General Manager di Gorillas per l’Italia.