Ecommerce: stand alone o elemento essenziale di un ampio ecosistema?

In un webinar organizzato da Wavemaker si è discusso di come l’emergenza Covid-19, oltre a ribadire, una volta di più, l’importanza del canale di vendita online, stia facendo emergere in modo sempre più forte il tema della sua integrazione nel più ampio ecosistema dei media touch point.

Marco Magnaghi, Chief Digital Officer Wavemaker Italia

Continuano le PROVOCATIVE CONVERSATIONS, i webinar organizzati da Wavemaker e dedicati ad analizzare e approfondire i temi più caldi del momento, interagendo direttamente con i clienti attraverso uno spazio di live Q&A.

Nel corso dell’appuntamento di oggi,  22 ottobre, si è discusso di come l’emergenza Covid-19, oltre a ribadire, una volta di più, l’importanza del canale di vendita online, stia facendo emergere in modo sempre più forte il tema della sua integrazione nel più ampio ecosistema dei media touch point.

Ad affrontare questi temi si sono alternati Marco Magnaghi,  Chief Digital Officer Wavemaker Italia, Mudit Jaju, Head of Ecommerce Wawemaker Global, e Vincenzo Anello, Head of Ecommerce Wavemaker Italia.

Magnaghi ha inquadrato il fenomeno della crescita dello shopping online, accelerata come mai prima dall’emergenza sanitaria, al punto che l’acquisto di beni ha potuto compensare la violenta decrescita subita da servizi come viaggi e turismo. “Il rapporto tra prodotti e servizi acquistati online si è completamente modificato nel corso degli ultimi mesi, con il food che sta guidando la crescita dell’acquisto di prodotti. Si sta così estendendo l’accesso  all’eCommerce da parte di una fascia più ampia di utenti, che lo utilizza in modo complementare agli altri canali. In questo contesto è fondamentale inquadrare il ruolo dell’eCommerce all’interno di un più vasto ecosistema di canali di comunicazione, contatto e di vendita”, ha sottolineato il Chief Digital Officer di Wavemaker Italia.

Mudit Jaju, Head of Ecommerce Wavemaker Global, ha affrontato la prospettiva globale del fenomeno di integrazione di quest’area in un più ampio sistema mediale, in particolare per effetto di Covid-19:  “Stiamo osservando rapidi e grandi cambiamenti: i retailers diventano media owners; i media owners si trasformano in retailers; content e commerce si stanno fondendo. Tutto spinge verso un’evoluzione dell’eCommerce verso una integrazione sempre maggiore” ha spiegato.

Per Jaju il comportamento dei consumatori non sarà più quello di una volta, e nell’incertezza dell’era Covid-19 è importante assicurare un’esperienza online forte, coerente e senza frizioni.

Proprio al fine di garantire una gestione dell’eCommerce integrata in un sistema di comunicazione allargato Wavemaker, si è dotata di software, strumenti proprietari ed esperti, capaci di ottimizzare performances media, posizionamento organico e conversioni dall’ecommerce DTC.  A questo proposito Vincenzo Anello Head of eCommerce Wavemaker Italy osserva: “Per far evolvere la practice ecommerce come parte di un sistema integrato le nostre competenze si sono progressivamente allargate, attraverso la creazione di Digital Experience Platform, strutture tecnologiche accompagnate da visione di business per trasformare pure  logiche di vendita in un sistema digitale complesso, capace di integrare CRM, gestione delle asset digitali, sviluppo siti e integrazione automatizzata con retailer, social commerce shopping e analisi dei dati”.

In ambito gestione retail l’agenzia ed il gruppo si sono sempre più specializzati, accrescendo lo spettro dei propri servizi ben oltre il servizio di ottimizzazione della presenza sui marketplace, ma sviluppando una relazione di collaborazione sempre più stretta con Amazon, grazie alla quale Wavemaker può contare oggi sulla presenza anche in Italia di un Amazon Center of Excellence (ACE) che supporta la crescita e lo sviluppo della presenza dei propri clienti sul marketplace n° 1 al mondo.