Cresce interesse online degli italiani per l’olio extra vergine d’oliva di alta qualità (+56%)

Sono aumentate del +56%, rispetto all’anno scorso, le vendite online dell’olio d’oliva, a dimostrazione di come la cultura di questa eccellenza del nostro territorio sia in netto aumento

L’olio extra vergine di oliva è un prodotto simbolo dell’eccellenza italiana ma ancora oggi poco conosciuto in tutte le sue potenzialità. Sono quasi il 98% gli italiani che consumano regolarmente olio a tavola, ma solo pochi di questi possiedono una giusta conoscenza del prodotto. A fornire un punto di vista sul comparto attraverso un’analisi degli acquisti online sul proprio portale, ci ha pensato OlivYou, la più grande piattaforma e-commerce specializzata nella selezione e vendita di olio extravergine di oliva di alta qualità in cui è possibile trovare oltre 530 etichette d’olio da più di 100 produttori artigiani, a prezzi di frantoio. OlivYou ha analizzato le oltre 85.000 ricerche degli utilizzatori del portale, scoprendo, ad esempio, che l’interesse online degli e-consumer nei confronti di questo prodotto è aumentato, solo nell’ultimo anno, di oltre il +56%.

Gli oli più desiderati dagli italiani

In Italia sono più di 5.000 i frantoi e più di 850.000 le aziende che producono olio (per un totale di oltre 650 cultivar), la cifra più alta in tutto il mondo dopo la Spagna che vanta il primato. Eppure, molti oli presenti sugli scaffali dei supermercati italiani provengono proprio dalla Spagna ma anche da Turchia, Tunisia o in Africa. 

Tra i prodotti maggiormente ricercati e acquistati online su OlivYou, che vende esclusivamente prodotti del nostro territorio per salvaguardare e valorizzare le eccellenze locali, vi sono Olivastro di Americo Quattrociocchi, un olio evo monovarietale fruttato medio prodotto dalla cultivar Itrana, Villa Magra Gran Cru di Frantoio Franci, prodotto monovarietale fruttato intenso derivante dalla varietà di olive Frantoio e infine Quinta Luna di Frantoio Gaudenzi, olio evo multivarietale fruttato medio prodotto dalle cultivar Moraiolo, Frantoio, Leccino e il cui nome deriva dalla procedura di raccolta, che avviene nelle 5 lune (cioè cinque mesi) dopo la fioritura.

Acquisti online come questi dimostrano come siano lentamente in aumento gli intenditori di olio extravergine di oliva in Italia, un prodotto che – secondo OlivYou – deve però ancora fare il boom. L’obiettivo di OlivYou, infatti, è quello di portare la cultura e la consapevolezza sull’olio extra vergine di oliva di alta qualità a pari grado del vino, un’eccellenza italiana ormai riconosciuta in tutto il mondo. Così come il vino, anche l’olio ha un grandissimo potenziale, ma questo è ancora oggi sconosciuto ai più, anche se la sua cultura e conoscenza è comunque in aumento.

I produttori degli oli extravergine di oliva più acquistati su OlivYou provengono prevalentemente da Centro e dal Sud Italia e si trovano nelle regioni di Toscana, come il Frantoio Franci di Montenero (GR), Sicilia come il Frantoi Cutrera di Chiaramonte Gulfi (RG) Ragusa e infine Lazio come il frantoio Quattrociocchi di Alatri (FR).

L’identikit dell’e-consumer che acquista online olio extra vergine di oliva

Secondo i dati rilevati da OlivYou, la maggior parte degli acquirenti (il 46,63%) ha un’età superiore ai 45 anni, mentre una percentuale leggermente minore, ovvero il 45% ha un’età compresa tra i 25 e i 44 anni. Nel 60% dei casi si tratta di acquirenti di sesso maschile. Dati come questi dimostrano come l’olio extravergine di oliva sia un prodotto dall’utilizzo “trasversale” per tutte le fasce di età.

Geograficamente, gli acquirenti si trovano prevalentemente al Centro, Nord Italia e nei grandi centri urbani. La graduatoria delle città per numero di acquisti vede al primo posto Milano, seguita da Roma, Torino, Genova, Bologna e Napoli.

Sul nostro portale abbiamo mappato gli utenti, distinguendoli fondamentalmente in due macro categorie – racconta Massimo Boraso, co-founder e CEO di OlivYou – Coloro che hanno maggior consapevolezza di prodotto, conoscono maggiormente l’olio e sanno come abbinarlo. I cosiddetti quality seeker con una forte componente edonistica a cui piace sperimentare e scoprire nuove cultivar e nuovi gusti”.

Nell’altro macro-gruppo – prosegue Boraso – troviamo invece chi tendenzialmente è fidelizzato ad un particolare olio di un singolo produttore che utilizza trasversalmente in cucina e per condire a crudo nel quotidiano e quindi è più attento alla convenienza, con minor conoscenza del prodotto. La differenza dipende molto, però, anche dalla composizione del nucleo familiare e dalla tipologia di cucina che si predilige”.

Budget a disposizione: quanto si spende per acquistare olio online?

Un consumatore di olio su questo tipo di segmento premium si attesta mediamente sopra ai 13/14 euro al litro per il contenitore in bottiglia. Per formati convenienza, in contenitori quali latte e Bag in box da 3-5 litri di capacità, si può scendere anche intorno a 10/11 euro al litro.

A catalogo abbiamo anche oli che arrivano ai 60 euro al litro e finiscono regolarmente sold out – spiega Michele Debernardi, COO e co-founder di OlivYou – Certo i clienti rimangono sensibili al prezzo e appena possono approfittano di scontistiche riservate, offerte e promozioni particolari, ma il consumatore che cerca vero olio extravergine di oliva e in più che sia di particolare pregio organolettico sa benissimo che non potrà mai trovarlo ai prezzi della GDO o comunque a prezzi inferiori ad una certa soglia”.