Come ottimizzare la SEO di un ecommerce: 5 consigli strategici

Se stai pensando di creare un sito ecommerce o vuoi potenziare l’ottimizzazione SEO per implementare il flusso di visitatori, ti suggeriamo di seguire alcune regole d’oro che ti permetteranno di ottenere risultati ottimali in breve tempo. Scopriamoli insieme, cercando di personalizzarli in base alla tua attività.

L’importanza della SEO in un ecommerce

Senza fare tanti giri di parole, vorremmo arrivare direttamente al punto focale sottolineando l’importanza della SEO in qualsiasi tipologia di e-commerce. Si stima, infatti, che il 90% degli utenti, quando deve fare un acquisto, consulta prima il Web verificando preliminarmente qualità del prodotto, recensioni di altri acquirenti e affidabilità del sito. Si tratta di un dato fondamentale che getta luce sul ruolo che svolge un consulente SEO e di quanto si renda necessario contattarlo se non si hanno le adeguate competenze per ottimizzare in autonomia il proprio sito ecommerce. Grazie a una buona ottimizzazione SEO, infatti, siamo in grado di:
  • posizionarci per le keyword di nostro interesse nelle SERP di Google
  • migliorare l’indicizzazione delle pagine web negli indici dei motori di ricerca
  • incrementare la visibilità, quindi il posizionamento e il fatturato online del nostro business
  • generare lead qualificati (prospect – contatti di potenziali clienti)
  • aumentare la notorietà / reputazione del nostro Brand

I 5 consigli pratici e strategici per ottimizzare la SEO sul proprio sito ecommerce

I suggerimenti che proponiamo sono frutto di una lunga esperienza nel settore dell’ecommerce e del Web e mira ad avere risultati nel breve termine.

#1 Organizzazione degli articoli in specifiche categorie e tag

Quando un utente visita il tuo sito perché è in cerca di un prodotto, non vuole perdere tempo nella ricerca perché intende trovare subito ciò a cui è interessato. Per questo è importante impiegare sia le categorie che i tag presenti sulle piattaforme e i plugin disponibili per e-commerce. Per farlo, dovrai impostare categorie più ampie che suddividono gli articoli in modo generale, inserendo sottocategorie precise per semplificare la selezione e usare, infine, i tag per specificare caratteristiche, modelli, forme e qualità dei prodotti. Per ogni articolo, non superare i 3 tag e per ogni tag ti consigliamo di taggare anche 5-6 articoli, creando collegamenti a catena. Ricorda di tenere tutti i prodotti accanto alla home page perché è quella a cui rimanda il motore di ricerca e che viene visionata dall’utente.

#2 Utilizzo dati strutturati

Si tratta di un’operazione molto specifica che richiede l’inserimento di meta-informazioni in un codice HTML. Quest’ultimo si riferisce a una pagina che dà informazioni ulteriori ai motori di ricerca riguardo a pagine e siti, consentendo di effettuare una classificazione del loro contenuto nell’indice dello stesso motore. Cosa puoi ottenere con questo passaggio? I motori di ricerca, in primo luogo, fanno analizzare in modo corretto un contenuto, accedendo all’universo dei Rich Snippet che servono a dare i risultati singoli nelle SERP di Google. In questo modo si rendono visibili quegli elementi di fondamentale interesse come le recensioni, la didascalia e il titolo.

#3 Utilizzo di Keyword pertinenti

Uno degli elementi più importanti per una strategia SEO di successo è l’utilizzo giusto delle parole chiave. L’utente che si mette in cerca di un articolo, infatti, inserisce sul motore di ricerca una parola chiave e pretende di trovare articoli che si avvicinino quanto più possibile a ciò che ha cercato. Facciamo un esempio: se il tuo ecommerce si occupa di gioielli in acciaio e caucciù, le parole chiave più attinenti saranno gioielli acciaio, caucciù acciaio, bracciali acciaio ecc. Quando hai individuato le keywords da utilizzare, inseriscile all’interno del sito partendo dal title della pagina di categoria alla Meta Description, fino alla descrizione introduttiva, ricordando di non esagerare mai nella ripetizione, per evitare di stancare il lettore.

#4 Semplificare la navigazione

Un importante suggerimento per migliorare la SEO è quello di rendere la navigazione più semplice possibile, e ciò è possibile solo se:
  • si includono link alle pagine di maggiore rilevanza per evitare perdite di tempo al navigatore;
  • si inseriscono URL SEO Friendly, e cioè semplici da ricordare, funzionali da pronunciare e scrivere.
Alcuni siti elaborano in modo automatico le URL, per questo devi fare attenzione a modificare le impostazioni ricordando di creare URL con le parole chiave di tuo interesse. In che modo? Basta scegliere parole brevi, senza maiuscole o caratteri speciali, senza numeri o spazi vuoti!

#5 Inserire i breadcrumb

I breadcrumb appaiono normalmente nella parte alta delle pagine degli articoli e facilitano il ritorno alle pagine precedenti o alle categorie precedenti. Lo scopo di questo strumento è di indicare al navigatore il punto in cui si trovano e le possibilità che hanno per continuare a visitare il sito. Una sorta di navigatore che permette al visitatore di non perdere l’orientamento. Sono importanti da inserire in un sito di ecommerce perché facilitano la navigazione, rendendola più agevole. arti