WorldPay from FIS presenta i risultati del Global Payment Report

“The Global Payment Report” protagonista al Netcomm Forum di Milano.

Worldpay from FIS, azienda internazionale leader nelle soluzioni tecnologiche di pagamento che alimenta il commercio globale per venditori, banche e mercato dei capitali, durante l’evento annuale di Netcomm, il forum delle tecnologie e digitale che si è tenuto a Milano al MiCo il 3 e 4 maggio, ha presentato i risultati della settima edizione del “The Global Payment Report”.

The Global Payments Report offre una fotografia approfondita dell’attuale panorama dei metodi di pagamento a livello globale, per regione e nei 41 mercati selezionati. 

Nel report vengono analizzate le abitudini di pagamento dei consumatori, quando fanno shopping online oppure al punto vendita, identificate le principali tendenze di pagamento e gli scenari previsti entro il 2025, sia in termini di quota per ogni metodo di pagamento, che in termini di dimensione del mercato. Inoltre, sono raccolte le prospettive fornite dagli esperti di FIS sulle tematiche più attuali relative al mondo dei pagamenti.

Il mondo dei pagamenti viene continuamente ridefinito, rivisitato e ripensato: le tradizionali linee di confine tra banche, sistemi di pagamento e mondo del commercio si sono praticamente dissolte e le regole che una volta determinavano chi partecipava alla movimentazione di denaro sono ormai state riscritte. Questo mondo interconnesso sta creando nuove opportunità per modellare il futuro del commercio e dei servizi finanziari. Più la tecnologia diventa più complessa, più il processo di cambiamento acquista slancio. I prodotti e i servizi di tecnologia finanziaria sono strumenti essenziali per promuovere l’inclusione nei sistemi finanziari del futuro nelle dinamiche dello sviluppo globale.

Durante il forum Phil Brown, Country Manager Italia di Worldpay form FIS, nel convegno dal titolo “How the World pays: today and tomorrow” ha presentato le tendenze globali dei pagamenti e delle dinamiche evolutive dei pagamenti digitali in Italia.

“La nostra ricerca mostra una migrazione da parte dei consumatori dagli strumenti di pagamenti tradizionali quali contanti, bonifico bancario e carte di credito e debito tradizionali verso strumenti di pagamento digitali quali wallets e BNPL. Oggi il mercato registra la user experience per il pagamento come modello immediato, fluido e rapido.” 

Accettare una transazione in qualunque paese nel mondo con un trattamento locale – ha spiegato Phil Brown durante il suo intervento di oggi al NetComm Forum – porta Worldpay from FIS ad essere un player nel supportare i merchant e ad anticipare le tendenze commerciali del futuro.”

FIS e Worldpay from FIS forniscono soluzioni di pagamento e di business innovative e personalizzate, ogni anno la società elabora più di 75 miliardi di transazioni per oltre 20.000 clienti per un volume di 10 trilioni di dollari, e oltre 20,1 miliardi di transazioni per un valore di circa 726 miliardi di dollari. Grazie a più di 20 anni di esperienza nel mondo dei pagamenti digitali FIS e Worldpay from FIS redige il The Gobal Payment Report utilizzando una combinazione di dati provenienti da partner interni, terze parti, quali GlobalData, McKinsey & Company e dati pubblici. I dati raccolti sono stati elaborati da FIS e validati e verificati da consulenti esterni.

I dati del mercato italiano

L’Italia sta vivendo una forte crescita dell’e-commerce con la prospettiva di raggiungere un CAGR del 16% fino al 2025. I digital wallet sono il metodo di pagamento preferito dagli italiani per gli acquisti online e
rappresentano il 33,6% del valore delle transazioni e-commerce. Si prevede che le quote di mercato delle carte di credito (23,9%) diminuiranno fino al 2025, mentre è previsto un leggero aumento delle carte di debito
rispetto a una quota del 7,6% nel 2021. Il contante rimane forte per le transazioni tramite POS (oltre il 27,2% nel 2021) e si prevede che manterrà una quota di quasi il 20% fino al 2025. I mobile wallet hanno superato il
10% della quota dei pagamenti con i POS nel 2021 e continueranno a crescere, mentre le carte di credito, le carte di debito e le forme di finanziamento proposte da mondo del commercio e istituti bancari manterranno una quota costante fino al 2025.
Nell’ambito SEPA, l’Italia ha adottato il sistema del bonifico istantaneo SCT Inst tramite RT1 e TIPS. Nel 2020 sono stati registrati 272 fornitori di servizi di pagamento. Per aumentare la diffusione, è previsto un sistema
con API e le stanze di compensazione automatizzate nazionali dovranno trasferirsi su TIPS per offrire servizi di pagamento istantaneo. Il Fintech SIA ha sviluppato Jiffy, una soluzione per pagamenti nazionali ed europei
come SEPA Credit Transfer verso entrambe le piattaforme paneuropee di instant payment (RT1 e TIPS) per pagamenti P2P e P2B in Italia. Ha inoltre abilitato il servizio di richiesta di pagamento tramite EBA Clearing
per Banca Sella. L’Italia è tra i mercati più forti al mondo per le carte prepagate. Le carte prepagate guidate da Nexi e PostePay
rappresentano una quota superiore al 10% sia nell’e-commerce che nei punti vendita, quote che si prevede rimarranno stabili fino al 2025.