Gli OBeP (Online Banking e-Payment) nell’ecosistema paneuropeo dei pagamenti

Quattro principali soluzioni OBeP europee hanno avviato un tavolo di lavoro congiunto per discutere e affrontare problematiche comuni del mercato dei pagamenti digitali in Europa

Online banking text written on keyboard button. Online banking concept.

Le innovazioni nel mondo dei pagamenti sono come tutte le innovazioni di altro tipo: alcune hanno vita breve lasciando poi al settore interessato il compito di svilupparle ulteriormente, altre hanno un impatto molto più ampio, arrivando ad apportare un significativo valore in termini di business agli attori coinvolti. Un fattore che accomuna le innovazioni di successo è quello di basarsi su una comprovata esperienza di mercato che funge da trampolino di lancio.

In molti comparti, le criticità causate dall’emergenza Covid-19 stanno portando le aziende a rivalutare le attuali priorità e strumenti strategici e ad effettuare analisi costi-benefici. Con il radicale spostamento delle abitudini di acquisto dei consumatori verso il canale online e la significativa crescita dei pagamenti digitali conseguente all’attuale pandemia, i consumatori, gli esercenti, le pubbliche amministrazioni, le banche e altri fornitori di servizi di pagamento privilegiano sempre più gli strumenti di pagamento sostenibili anche in periodo di recessione e che, al contempo, assicurino i più alti standard di sicurezza contro eventuali tentativi di frode.

OBeP: Online Banking e-Payment

In uno scenario in costante evoluzione come quello dell’e-commerce, dove si passa dal web al mobile, e ancora dal riconoscimento vocale all’intelligenza artificiale, le soluzioni di pagamento devono adattarsi costantemente per soddisfare le aspettative degli esercenti e sostenere la crescita del loro business. Gli strumenti di pagamento vengono infatti selezionati proprio con l’obiettivo di raggiungere nuovi clienti e incrementare  le conversioni. 

Le soluzioni di pagamento elettronico basate sull’online banking (OBeP) consentono ai consumatori di effettuare pagamenti digitali irrevocabili direttamente dal proprio conto bancario a quello del beneficiario. L’autenticazione da parte del pagatore viene normalmente eseguita utilizzando i meccanismi di autenticazione forte del cliente forniti dal proprio istituto finanziario di appoggio. In linea di principio, le soluzioni OBeP possono essere utilizzate attraverso tutti i canali e dispositivi digitali, con il mobile in significativa crescita. Esempi di queste soluzioni sono iDEAL nei Paesi Bassi, eps in Austria, giropay in Germania e MyBank in Italia e Spagna.

Direttive di regolamentazione

I recenti sviluppi in Europa si stanno concentrando sulla Direttiva PSD2, il sistema di richiesta di pagamento (Request to Pay), dell’European Payments Council e l’Iniziativa EPI (European Payments Initiative), con l’obiettivo di costruire un mercato dei pagamenti europeo innovativo e competitivo a livello globale, rafforzando al contempo la posizione dell’euro come valuta globale. Tali iniziative sono meritevoli e crediamo fermamente che le soluzioni OBeP possano portare ulteriori preziosi vantaggi nel contesto attuale.

La fiducia degli utenti in un marchio o logo specifico, il quadro contrattuale che stabilisce chiaramente i diritti e gli obblighi di tutti gli attori della catena dei pagamenti rappresentano la base per il successo delle soluzioni OBeP unitamente all’integrazione fluida ed efficace  degli standard SEPA che rendono più facile compensazione, regolamento e riconciliazione delle operazioni. Il fatto che i pagatori possano beneficiare di tutti questi vantaggi senza la necessità di adesioni o registrazioni evidenzia quanto queste soluzioni siano accessibili su ampia scala.

Vantaggi delle soluzioni OBeP

Le soluzioni OBeP esistono già da 15 anni e si sono dimostrate una solida base per i pagamenti digitali in tutte le forme e tipologie. Non richiedono ingenti investimenti e possono quindi essere offerte ai commercianti a costi contenuti. Dal punto di vista dei consumatori e dei pagatori, gli OBeP offrono una modalità semplice e fluida per effettuare pagamenti digitali comodamente, direttamente dal proprio conto bancario oltre che un affidabile strumento di protezione della propria identità digitale.

Infine, gli OBeP rappresentano un valido strumento per qualsiasi servizio a valore aggiunto (VAS), come biglietterie, soluzioni di fidelizzazione o verifica degli attributi di identità (età, IBAN, nome). I fornitori di VAS necessitano infatti di soluzioni di pagamento che possano essere perfettamente integrate in tali servizi e adatte allo scopo in altri contesti come trasferimenti P2P, pagamenti di fatture e pagamenti digitali con codici QR in punti fisici di interazione.

I pagamenti elettronici basati sull’online banking sono elementi costitutivi naturali per il futuro dei pagamenti digitali in Europa e, se applicati su scala paneuropea, possono evitare un’ulteriore frammentazione e una limitata accessibilità geografica alle soluzioni di carattere nazionale. La complementarità con le carte e altre iniziative offre la giusta copertura per soddisfare tutte le esigenze del mercato in Europa, andando oltre il segmento B2C.

In pratica, tutti i casi d’uso (C2C, C2B, B2C, B2B e C2G) possono essere facilitati dalle soluzioni OBeP, in particolare poiché le soluzioni basate sul bonifico sono ideali per spingere il pagamento istantaneo come nuova normalità nel contesto e-commerce. Pertanto, le soluzioni OBeP supportano la digitalizzazione dell’economia europea e rafforzano il mercato interno.

Tavolo di lavoro congiunto

Sulla base di quanto sopra, dallo scorso anno, quattro principali soluzioni OBeP europee (Ideal, Mybank, eps e Giropay) hanno avviato un tavolo di lavoro congiunto per discutere e affrontare problematiche comuni con l’obiettivo di fornire risposte comuni per meglio soddisfare le richieste del mercato dei pagamenti digitali in Europa.

Naturalmente, il tavolo di lavoro è aperto a qualsiasi ulteriore soluzione OBeP e i promotori dell’iniziativa accoglierebbero con favore un’ampia partecipazione di tutte le parti interessate, al fine di formare una coalizione di volontà e diventare un partner di scelta e di riferimento per le istituzioni europee.