Ecommerce: Il mercato UK è sempre più forte, l’infografica presentata da HiPay

Un mercato con 50,12 mln di eshopper e una spesa media annuale di 5.400€; tra gli acquisti più frequenti cinema, viaggi, prodotti finanziari e abbigliamento

UK

Il Regno Unito è il terzo Paese al mondo per vendite online, in crescita del 16,8% nel 2016, e rappresenta il mercato europeo più evoluto per quanto riguarda l’ecommerce con un fatturato superiore ai 130 miliardi di euro. Poche ore fa la fintech francese HiPay ha presentato un’infografica, realizzata con il supporto degli ultimi dati pubblicati da Eurostat e BBC, in cui analizza l’andamento del mercato britannico e le sue tendenze in ambito ecommerce.
Il Regno Unito ha una percentuale di internauti pari al 87,9% della popolazione, di cui 50,12 milioni di e-shopper; più di tre quarti dei britannici compie dunque acquisti online. Le motivazioni di questo successo sono da attribuire, oltre a un livello di consapevolezza dei consumatori più avanzato rispetto al resto d’Europa, anche all’introduzione di iniziative che promuovono il commercio digitale, come il Black Friday ad esempio, e all’aumento delle vendite da smartphone.

Canali di acquisto

Nonostante l’aumento dei mobile shopper, il canale d’acquisto preferenziale nel Regno Unito resta il desktop, utilizzato dal 49% degli e-shopper, con un ticket medio di 83 euro ad acquisto; gli altri dispositivi utilizzati sono il tablet al 33% e lo smartphone con una percentuale del 18%, a cui corrispondono transazioni con valore medio pari a 7 euro.
Un dato sorprendete sul mercato ecommerce del Regno Unito è la spesa media annuale della popolazione, una spesa pari a 5.400 euro. La somma è attribuibile prevalentemente all’acquisto di biglietti del cinema (61%), viaggi (37%), servizi finanziari (27%) e prodotti di abbigliamento (23%).

Siti più visitati, metodi di pagamento e aspetti da migliorare

Tra i siti più amati dagli e-shopper britannici al primo posto ci sono i marketplace di eBay, Amazon e Argos; molto amato dai anche Tesco per l’acquisto di prodotti alimentari e Asos, rinomato sito online del settore dell’abbigliamento. Per quanto riguarda i pagamenti, le modalità più utilizzate online nel Regno Unito sono la carta di credito al 40%, seguita dalla carta di debito al 35% e da PayPal al 21%.
Tra le note dolenti del mercato resta la tendenza da parte del 40% dei siti ecommerce a manifestare blocchi durante i picchi di shopping stagionali, oltre a presentare ancora diverse problematiche di natura logistica, relative ai tempi di consegna: solo 1 store online su 5 offre il servizio di consegna in un giorno.