“No Cash and No Plastic”, il conto bancario diventa mobile con DropPay

Sull’applicazione nata da A-Tono Payment Institute è possibile aprire un conto completamente mobile che permette di effettuare trasferimenti di denaro e pagamenti a privati e attività commerciali

DropPay

A cura di Francesco Lattanzio
Lo smartphone si sta affermando come uno degli strumenti più duttili mai creati. Sta accentrando su di sé una serie di funzioni, prima proprie di altri oggetti e sta consolidandosi come alternativa, o meglio come sostituto definitivo, di essi. Il mobile payment sta diventando una pratica diffusa, sia per pagamenti online sia nei negozi fisici. Per questo motivo dalla costola A-Tono Payment Institute di A-Tono è nato DropPay, un sistema che attraverso un’applicazione si prefigge di percorrere una logica precisa: «No Cash and No Plastic». Attraverso il mobile è possibile dunque trasferire soldi a privati o ad attività commerciali, sia fisiche che digitali, in modo sicuro, come conferma l’operabilità ottenuta dalla Banca d’Italia. Il servizio è stato raccontato nei dettagli a Dcommerce da Maria Verzotti, business development manager di A-Tono Payment Institute, in occasione del Netcomm Forum.

DropPay
Maria Verzotti, business development manager di A-Tono Payment Institute

Che cos’è DropPay? Quali sono le sue caratteristiche distintive?
DropPay è un conto a zero commissioni, sempre e per sempre. Aprire un conto è molto facile: le informazioni di cui abbiamo bisogno sono le stesse che richiede una banca, ma la procedura dev’essere interamente ed esclusivamente svolta attraverso la nostra app. L’IBAN corrisponde con il numero di cellulare della persona che si registra. Nell’aprile del 2016 abbiamo ottenuto autorizzazione all’operatività dalla Banca d’Italia come istituto di pagamento vigilato sotto le normative italiane. La logica di DropPay è “No cash and No Plastic”.
Quali sono le caratteristiche dei conti per i privati?
Un privato che apre un conto con DropPay avrà la possibilità di pagare i prodotti nei negozi abilitati e potrà scambiare denaro con altre persone, in tempo reale. Il conto DropPay permette inoltre lo scambio di denaro da e verso conti correnti in area SEPA tramite bonifico. Il conto non presenta alcuna commissione o spesa per l’utente finale, sia nelle transazioni person-to- person sia person-to-business. Inoltre è possibile usufruire di alcuni servizi direttamente dall’app, come per esempio l’acquisto di ricariche telefoniche e presto si potranno pagare bollettini, MAV, RAV, F24 ed effettuare pagamenti verso la pubblica amministrazione.
E come vi rapportate invece al business?
Per quanto riguarda le attività̀ commerciali che decidono di aderire al nostro servizio, il conto sarà gratuito per i primi 12 mesi, poi ci sarà un esiguo costo di tenuta conto. In questo modo i merchant potranno decidere con calma se il sistema è conveniente o reciderlo senza spese. Abbiamo a bordo circa una quarantina di clienti tra quelli che hanno collaborato con A- Tono negli ultimi 17 anni, ma stiamo lavorando per ottenere feedback dai nostri clienti e diffondere le nostre API. Queste ultime sono disponibili sul nostro sito e sono integrabili per shop online. Inoltre, gli utenti business hanno la possibilità̀ di avere un’applicazione di cash point per permettere agli shop assistant di controllare tutti gli incassi, pur senza avere accesso ai movimenti del conto.
Avete già attivato servizi supplementari?

Si, il “Grant” o “Paga per” permette di concedere una linea di credito ad un altro utente da spendere presso gli esercenti convenzionati, con la possibilità di selezionare le categorie merceologiche. Per esempio, un’azienda può mettere a disposizione di un dipendente in trasferta una cifra da spendere in alberghi, ristoranti, treni e taxi. Inoltre ci sono varie modalità per ricaricare il proprio conto: oltre al bonifico e alla richiesta di denaro a un amico, DropPay consente di avere immediata disponibilità di denaro sul proprio conto pagando in contanti presso un esercente convenzionato e ricevendo il resto direttamente sul conto DropPay. Il negoziante dovrà inquadrare il QR Code personale del cliente e autorizzare la somma corrispondente al resto. Il QR Code è il mezzo attraverso cui avvengono tutti i pagamenti.