Apple lancia un programma di sviluppo App per imprenditrici

Il colosso di Cupertino prova ad avviare una crescita nel mondo delle app che sappia far emergere il talento delle donne, e più in generale delle minoranze non rappresentate.

apple-code-iphone

Apple sta cercando di supportare al meglio coloro che identificano le donne attraverso il suo nuovo Entrepreneur Camp, un laboratorio tecnologico incentrato sullo sviluppo di applicazioni innovative.

La frequentazione del Camp, gratuita per due settimane (che probabilmente prenderà il via a gennaio), offrirà alle donne fondatrici l’opportunità di ricevere un’assistenza di programmazione individuale da parte degli ingegneri Apple, oltre a partecipare a sessioni su design, tecnologia e marketing sull’App Store. L’idea è infatti quella di aiutare le squadre a ridurre il tempo di sviluppo complessivo per migliorarne i risultati.

Chi può partecipare all’Entrapreneur Camp

I criteri per essere ammessi a partecipare? L’azienda deve essere di origine femminile, co-fondata o guidata da donne, e avere almeno una donna nel team di sviluppo. Il programma è ovviamente inclusivo per tutti coloro che si identificano come donne.

Per le aziende che attualmente fanno parte solo di Android, l’Entrepreneur Camp potrebbe essere un’opportunità per imparare di più sull’ecosistema di Apple ed ottenere supporto direttamente dai creatori della tecnologia. Per Apple, è un’opportunità per aumentare sia la quantità che la qualità delle app nel suo market store.

Volevamo concentrarci sulle donne che hanno già un’attività basata su app, e non richiediamo loro di avere un’ulteriore app per iOS. Non si tratta di un incubatore in cui vieni con una buona idea e ti aiutiamo a riflettere su di essa. Si tratta già di avere una buona idea, che si vuole incorporare tramite apprendimento automatico o la realtà aumentata, oppure utilizzare alcune delle altre tecnologie Apple”, ha dichiarato al sito americano TechCrunch il direttore senior di Apple Worldwide Developer Marketing Esther Hare.

Le donne, talento in potenza

Hare  prevede inoltre che questo specifico programma serva da credenziale per ottenere maggiori risultati, cosa che potrebbe aiutare le donne a ricevere maggiori finanziamenti. Quest’anno, le donne fondatrici hanno raccolto solo il 2,2% di tutti gli investimenti in capitale di rischio negli Stati Uniti, stando ai dati rilasciati da PitchBook.

Più in generale il direttore ha affermato con convinzione: “riteniamo di poter avere un ruolo nel portare le donne in più posti di leadership”, contribuendo a mantenere le donne nel mondo del lavoro.

Ecco perché il programma consente al partecipante principale di portare fino a tre membri dal proprio team nel progetto-laboratorio.

Anche se non sono i più avanzati, arrivano al laboratorio per ottenere supporto, rete e sviluppo delle competenze“, ha detto Hare.

Apple ha svolto workshop, colloqui e acceleratori simili in passato, ma questa è la prima volta che si concentra su aziende fondate da donne. E mentre questo risulta un progetto mirato per le donne, Hare ha infine dichiarato: “Abbiamo progettato questo programma con in mente tutte le minoranze sottorappresentate, come ad esempio le donne di colore”.