Vai al contenuto

Giornata Internazionale della donna: QVC Italia contro le discriminazioni generazionali

Giornata Internazionale della donna: QVC Italia contro le discriminazioni generazionali

Secondo uno studio presentato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2020, circa il 60% delle persone in Europa è vittima di ageism. Un termine coniato nel 1969 dal geriatra Robert Butler per assonanza e analogia con le parole sessismo e razzismo. Ageism indica il pregiudizio di un gruppo di età nei confronti di altri gruppi di età. Nel corso dei decenni il tema è diventato sempre più ampio includendo anche le sfumature riferite alla disparità di genere.

È questo il contesto in cui si muove la nuova campagna a sfondo sociale di QVC Italia, QVC Germania e QVC Giappone.

“Non ho l’età” è la campagna ideata da QVC Italia, in occasione dell’8 marzo, Giornata Internazionale della Donna. Una ricorrenza che, come sappiamo, nasce con l’intento di celebrare le conquiste delle donne nella storia e nella società e che intende promuovere l’uguaglianza di genere e la lotta contro ogni discriminazione nei confronti delle donne. La campagna dimostra ancora una volta l’impegno di QVC in ambito Diversity, Equity e Inclusion. L’azienda, infatti, continua a rafforzare la sua posizione di leadership come retailer inclusivo e sostiene l’obiettivo di celebrare la diversità e l’individualità per provare a rendere il mondo un posto dove ognuno è libero di essere sé stesso.

Per veicolare con più forza il messaggio, sono state coinvolte nella campagna “Non ho l’età?” sei testimonial italiane: Valeria Sechi, over Anta model, Danila Torcoli, pole dancer, Maria Carbognin, insegnante di Pilates, Alessia Foglia, digital creator, Carlotta Delicato, chef e Valentina Cattivelli, docente universitaria. Insieme saranno protagoniste dei visual della campagna, che andrà avanti fino ai primi giorni di aprile. Ognuna delle testimonial coinvolte ha fatto scelte definite controcorrente per i canoni stabiliti dalla società. Qualcuna si è sentita dire di essere troppo giovane e altre di essere troppo mature per la strada scelta. La loro forza è quella di continuare a credere nel proprio talento e nei propri valori. Ed è per questo che ognuna di loro potrà contribuire a ispirare e incoraggiare le altre donne a sentirsi libere di essere sé stesse senza essere limitate dalla propria età. Ci si può sentire belle e a proprio agio in ogni fase della propria vita. 

«Modella alla tua età? Mi hanno spesso fatto questa domanda che ha il sapore amaro del giudizio. Come se volessero far percepire l’inadeguatezza della mia scelta – dichiara Valeria Sechi: 57 anni, cinque figli con il sogno di diventare modella realizzato all’età di 50 anni – Come se esistesse un regolamento che stabilisce cosa è corretto  fare e cosa no in base alla propria carta di identità. Come se noi, in quanto persone, non esistessimo. E invece non è così. Esistiamo e il nostro benessere ha valore così come lo hanno le nostre scelte e le nostre ambizioni. Sono molto felice di contribuire con il mio esempio e il mio messaggio alla campagna “Non ho l’età?” di QVC. Le donne della mia età hanno la necessità di riconoscersi in un modello da cui trarre ispirazione per costruire la propria esistenza. Forti abbastanza da stare lontane dal pregiudizio e vicine al loro sogno».

Anche Carlotta Delicato si è ancorata al suo sogno per poterlo realizzare. Classe 1994, ha vinto a soli 22 anni il talent televisivo Hell’s Kitchen per poi decidere di aprire il suo ristorante in un piccolo borgo ai piedi della montagna nella sua terra di origine, il Lazio. Tra le due esperienze una serie di successi in strutture lusso in Spagna e in Costa Rica a dimostrare il talento e la tenacia di Carlotta. «Sono onorata di essere testimonial della campagna “Non ho l’età?” perché è importante lanciare dei messaggi molto chiari alle donne più giovani. Non è semplice inseguire i propri sogni ma la forza arriva soprattutto dalla chiarezza dei propri obiettivi. È allora che nulla ci può fermare. Come donne dobbiamo credere di più in noi stesse e nella nostra forza così da combattere i pregiudizi che ancora esistono. Non è vero che dobbiamo scegliere tra famiglia e sogni: possiamo fare bene tutto senza dover rinunciare all’una o all’altra cosa».

A supporto della campagna è prevista una landing page dedicata del sito www.qvc.it

A questa si aggiungono materiali video sviluppati per i canali social dell’azienda, video promo e di backstage che andranno in onda sul canale 32 del digitale terrestre e 475 di SKY e QVC Play,  due interviste su QVC After Show, il format di intrattenimento notturno del canale.

Sono inoltre programmate video pillole con Valeria Sechi per QVC Beyond, l’innovativo format multicanale di informazione condotto da Regina Baresi.

Queste attività mirano a combattere preconcetti di ogni genere, tabù e i limiti che la società ci impone. QVC ne è convinta ed è pronta a impegnarsi ancora una volta accanto alle donne sostenendo il Female Empowerment per favorire il riconoscimento dell’unicità di ogni persona e per garantire diritti e opportunità eque al mondo femminile.