Amazon lancia un programma per promuovere l’ecommerce sostenibile

Amazon lancia l'inizitiva "Climate Pledge Friendly" un sistema di etichette che serve a riconoscere i prodotti che hanno ottenuto una o più certificazioni per la sostenibilità

Amazon continua il suo impegno per l’ambiente con il lancio di un nuovo programma. Si tratta di un sistema chiamato “Climate Pledge Friendly” che prevede l’inserimento di un’etichetta su tutti i prodotti che soddisfano una delle 19 certificazioni per la sostenibilità.

Obiettivo di Amazon

L’obiettivo è quello di aiutare i consumatori sensibili al cambiamento climatico a decidere meglio se acquistare un prodotto piuttosto che un altro, facendo loro sapere quando un marchio ha fatto uno sforzo per ridurre le sue emissioni. Amazon ha dichiarato che più di 25.000 prodotti dovrebbero ora esporre l’etichetta del programma solo negli States. “La selezione Climate Pledge Friendly comprende prodotti alimentari, casalinghi, di moda, di bellezza e di elettronica personale, oltre ad articoli di una serie di altre categorie“, si legge nel comunicato stampa di Amazon.

Climate Pledge Friendly è un modo semplice per i clienti di scoprire i prodotti più sostenibili che aiutano a preservare il mondo naturale“, ha affermato il fondatore e Ceo di Amazon, Jeff Bezos. “Con 18 programmi di certificazione esterna e la nostra certificazione ‘Compact by Design’, stiamo incentivando i partner di vendita a creare prodotti sostenibili che aiutano a proteggere il pianeta per le generazioni future“.

La strada verso il cambiamento

Amazon ha le sue ragioni per sostenere gli sforzi ambientali: l’azienda è uno dei più grandi operatori logistici al mondo, spedisce miliardi di pacchi ogni anno utilizzando quantità importanti di cartone e materiali da imballaggio. Questo, in aggiunta agli effetti della sua rete di consegne in continua espansione, che comprende decine di auto, camion, aerei, cargo e altre forme di trasporto.

La novità si inserisce, infatti, tra le iniziative di Amazon per raggiungere le emissioni zero nel 2040, dieci anni prima rispetto a quanto previsto dall’Accordo di Parigi sul clima. Il colosso dell’ecommerce si è già impegnato ad alimentarsi al 100% con energie rinnovabili entro il 2025, ha pianificato d’investire 100 milioni di dollari in progetti di riforestazione e ha creato il Climate Pledge Fund, un fondo da 2 miliardi di dollari per sostenere aziende i cui prodotti e servizi faciliteranno la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.