Alibaba implementa su Tmall misure per aiutare i marchi a ridurre l’impatto commerciale del Coronavirus

Tmall, piattaforma retail di proprietà di Alibaba sta mettendo in atto una serie di misure volte a supportare e minimizzare i danni di business causati dall’epidemia che ha colpito la Cina

Alibaba, attraverso la sua piattaforma di retail Tmall, ha messo in campo un piano strutturato per soccorrere i business e tentare di minimizzare l’impatto che il Coronavirus avrà sui merchant. Il pacchetto di supporto studiato da Alibaba modificherà le condizioni relative alle le spese di gestione dei retailer, i costi logistici e le commissioni per i servizi di agenzia, che saranno ridotti o interamente eliminati per la prima metà dell’anno.

Inoltre, sarà abbassata anche la soglia per il saldo automatico, i prestiti a basso interesse e le regole di trading ottimizzate. In particolare, Tmall rinuncerà alla sua quota annuale di servizio per i primi sei mesi dell’anno e offrirà gratuitamente ai commercianti il suo strumento di set-up. Ulteriori misure comprendono riduzioni dell’affitto del deposito e delle spese logistiche fino a febbraio.

La missione di Alibaba è facilitare gli affari

Alibaba ha pensato anche ad altri vantaggi, destinati ai commercianti d’oltremare che stipulano contratti con agenzie terze, per facilitare la gestione dei negozi su Tmall Global, i quali beneficeranno di un’esenzione di tre mesi dalle spese di agenzia fino al 31 marzo.

Nello stesso periodo i prestiti a basso interesse saranno messi a disposizione dei commercianti ad un tasso inferiore di un punto percentuale rispetto a prima. Alvin Liu, Tmall import and export general manager, ha dichiarato: “La missione di Alibaba è sempre stata quella di rendere facile fare affari ovunque, e ora è il momento di impegnarsi. Tmall Global si schiererà con i commercianti di tutto il mondo, sostenendoli e unendosi come un tutt’uno per superare le sfide e le difficoltà in questo momento difficile e particolare”.