Il valore lordo della merce di Alibaba raggiungerà 1,2 trilioni di dollari entro il 2025, il 55% in più di Amazon

Il volume lordo di merci di Amazon è destinato a continuare a crescere negli anni e balzare a $795 miliardi, $ 405 miliardi in meno del leader Alibaba Group

Mentre molte aziende cinesi hanno affrontato gravi sfide e perdite causate dalla pandemia, Alibaba Group è emerso come uno dei più grandi vincitori aziendali del Paese in tempi di crisi. Il gigante tecnologico multinazionale ha espanso il suo business in modo significativo nel 2020, dato che la domanda per i suoi servizi e il mercato online è aumentata durante il lockdown.

Secondo i dati presentati da AksjeBloggen.com, il valore lordo della merce (GMV) di Alibaba dovrebbe continuare a crescere negli anni seguenti e raggiungere 1,2 trilioni di dollari entro il 2025, il 55% in più del suo maggiore concorrente Amazon.

Le entrate di Alibaba Group sono salite del 35% durante la pandemia, le piattaforme di eCommerce hanno raggiunto 780 milioni di utenti.

Alibaba Group è emerso come la principale azienda cinese di eCommerce dopo l’epidemia di SARS del 2003. Da allora, è diventato un importante fornitore di lavoro e un investitore, fornendo più di 100.000 posti di lavoro e offrendo miliardi di dollari in prestiti alle PMI.

Uno dei marketplace più redditizi del gruppo è Taobao, responsabile di più dell’80% delle sue vendite. A differenza di Amazon, Alibaba non è coinvolto nella vendita diretta e non possiede magazzini; semplicemente aiuta i produttori e le piccole imprese a raggiungere i consumatori.

Le statistiche mostrano che le entrate della società cinese di e-commerce sono aumentate negli ultimi anni. Nel 2015, Alibaba Group ha generato 11,7 miliardi di dollari di entrate, hanno rivelato i rapporti sui guadagni della società. Questa cifra è salita del 390% a 57,9 miliardi di dollari nel 2019 e ha continuato a salire.

Nell’anno fiscale che termina il 31 marzo 2020, Alibaba ha riportato circa 72 miliardi di dollari di entrate, un aumento del 35% in un anno. Quasi il 70% di quel valore è stato generato attraverso il business del commercio domestico al dettaglio.

Il rapporto sui guadagni dell’azienda ha anche rivelato che l’anno scorso il volume lordo della merce è salito del 15% rispetto all’anno precedente, superando per la prima volta 1 trilione di dollari. Le vendite di Taobao hanno generato quasi il 50% di quel valore. Solo nel Singles Day 2020, gli acquirenti online hanno effettuato più di 2,3 miliardi di ordini sulle piattaforme di eCommerce Tmall e Taobao di Alibaba, superando le vendite del Cyber Monday negli Stati Uniti.

L’impressionante crescita delle vendite e dei ricavi è stata alimentata da un’impennata dello shopping online nel mercato domestico di Alibaba, la Cina. A causa dei negozi fisici meno sviluppati e dei servizi logistici a basso costo, il mercato dell’e-commerce è cresciuto rapidamente anche nelle città meno importanti negli ultimi anni. Anche lo shopping online transfrontaliero sta diventando una tendenza, dato che la gente sta diventando più consapevole dei marchi internazionali. Oggi, la Cina ha il maggior numero di acquirenti online a livello globale, quasi 783 milioni nel 2020.

La stragrande maggioranza di essi sta usando una delle piattaforme di eCommerce di Alibaba. Le statistiche indicano che il numero di consumatori attivi annuali sulle proprietà di shopping online di Alibaba in Cina ha toccato i 779 milioni nel dicembre dello scorso anno, rispetto ai 711 milioni del 2019.

Il volume lordo della merce di Amazon raggiungerà i 795 miliardi di dollari entro il 2025

L’impennata delle vendite online in mezzo alla pandemia ha anche alimentato la crescita delle vendite e delle entrate di Amazon. Il Future Shopper Report 2020 condotto e pubblicato da Wunderman Thompson Commerce ha mostrato che il 48% degli acquirenti online globali sceglie Amazon come destinazione preferita per lo shopping di articoli di intrattenimento.

Inoltre, il 37% degli intervistati ha preferito Amazon come prima destinazione di shopping per acquistare giocattoli e il 29% per gli acquisti di tecnologia.

Nel 2020, i seller sul marketplace di Amazon hanno venduto merce per 300 miliardi di dollari, 100 miliardi di dollari in più rispetto al 2019. Il volume lordo totale della merce, comprese le vendite di Amazon stesso e del marketplace, ha toccato quasi 490 miliardi di dollari.

Le entrate nette della seconda società di eCommerce più grande del mondo sono balzate del 38% rispetto all’anno precedente e hanno raggiunto 386 miliardi di dollari nel 2020. Le entrate al dettaglio hanno rappresentato il 76% di quel valore.

Il rapporto annuale 2020 di Amazon ha mostrato che i negozi online hanno generato quasi 198 miliardi di dollari di entrate l’anno scorso, rispetto ai 141,2 miliardi di dollari del 2019. Anche i ricavi dei venditori terzi hanno avuto un’impennata in mezzo alla pandemia, raggiungendo 80,5 miliardi di dollari nel 2020, quasi un aumento del 50% in un anno. Solo i ricavi dei negozi fisici sono scivolati a 16,2 miliardi di dollari, rispetto ai 17,2 miliardi di dollari del 2019.

Le proiezioni di Edge by Ascential per il 2025 mostrano che il volume lordo di merci di Amazon è destinato a continuare a crescere negli anni successivi e a balzare a $795 miliardi, $405 miliardi in meno del leader Alibaba Group. Walmart sarebbe al terzo posto, con 644 miliardi di dollari di valore lordo della merce.

Pinduoduo e JD.com dovrebbero raggiungere 611 e 462 miliardi di dollari in GMV entro il 2025 e si posizionano al quarto e quinto posto di questa lista.