Una ricerca individua le tendenze di pagamento dei consumatori europei

Una recente analisi condotta da Arvato Supply Chain Solutions indaga i trend di pagamento dei mercati eCommerce consolidati, ma anche di quelli emergenti dell'Europa orientale e sudorientale

Una recente analisi condotta da Arvato Supply Chain Solutions è giunta alla conclusione che quando si tratta di fare acquisti nei negozi online, la carta di credito è attualmente il metodo preferito. Tuttavia, i sistemi di pagamento elettronico stanno diventando sempre più popolari, insieme al pagamento con smartphone e tablet. Ma quali sono i metodi di pagamento più popolari? E qual è la differenza nelle preferenze di pagamento tra i diversi Paesi europei? Una ricerca realizzata da Arvato ha dato un’occhiata più da vicino ai sistemi di pagamento nei negozi online. Ha studiato le tendenze dei pagamenti sia negli Stati Uniti sia nel Regno Unito, Germania, Francia, Paesi Bassi, Italia, Svezia, Polonia, Russia, Turchia. Noi andremo ad esaminare nello specifico i risultati emersi per queste ultime tre nazioni.

Metodi di pagamento in Russia

In Russia il pagamento con carta di credito è il metodo preferito. I russi non usano solo le ben note carte Visa e Mastercard, ma anche il sistema nazionale di carte di credito/debito MIR. Il pagamento alla consegna è un altro metodo molto popolare. “Ciò che per noi suona insolito è del tutto normale per i russi“, dice Dennis Schmitz, Vice Presidente Financial Services di Arvato Supply Chain Solutions. Alcuni negozi utilizzano addirittura il proprio personale come corrieri: gli autisti vengono istruiti ad aspettare 15 minuti mentre il cliente prova la merce ordinata e determina se desidera tenerla ed effettuare i pagamenti o restituirla immediatamente. Spesso questo è dovuto alla natura macchinosa del processo di restituzione“.

I rivenditori online che cercano di espandersi in Russia, dovrebbero pensare attentamente ai metodi di pagamento che offriranno alle loro casse. Tra i Paesi esaminati da Arvato Supply Chain Solutions, la Russia mostra il più alto tasso di crescita per i pagamenti mobili in Europa. Un residente su due a Mosca ha già un portafoglio elettronico – un cosiddetto E-Wallet – installato sul proprio smartphone, ma i russi preferiscono chiaramente i sistemi nazionali come Yandex Money, QIWI e WebMoney rispetto ai concorrenti globali come PayPal.

Metodi di pagamento in Turchia

Anche in Turchia, la carta di credito è il metodo di pagamento più diffuso, con Visa e Mastercard che hanno ciascuna il 93% di copertura. Ma il 40% degli acquisti online offrono la possibilità di usufruire della carta di credito nazionale Troy, quindi potrebbe essere intelligente per le società di ecommerce transfrontaliere di tenere in considerazione anche tale opzione. Arvato ha trovato interessante il fatto che in Turchia ci siano molte banche nazionali che offrono i propri sistemi di carte di credito con rimborso a rate. Si stima che il 55% di tutte le transazioni con carta di credito siano effettuate con questo metodo. E, come in Russia, anche in Turchia i pagamenti da mobile sono in aumento. Fornitori nazionali come BKM Express, GarantiPay e Masterpass sono in testa.

Metodi di pagamento in Polonia

In Polonia, sembra che il metodo di pagamento preferito sia il bonifico bancario. Un cliente su due sceglierebbe questo metodo per completare il proprio ordine online. Nel commercio elettronico polacco, PayU è un metodo molto popolare, così come Dotpay e Przelewy24. “Il pagamento in contanti alla consegna, ancora molto popolare in Polonia e offerto dal 60% dei negozi online analizzati, perderà terreno a favore delle soluzioni di pagamento mobile“, continua Schmitz. In Polonia c’è poi BLIK, che è supportata da tutte le principali banche polacche come alternativa nazionale ad Apple Pay e Google Pay. Questo sistema sta diventando sempre più popolare, sostiene Arvato. L’anno scorso, 8 milioni di utenti sono stati responsabili di 218 milioni di transazioni con BLIK, e questo numero è in aumento.