Stripe acquisisce Paystack per accelerare il commercio online in Africa

Un’operazione mirata a semplificare i pagamenti online e offline per le imprese africane e consentire a sempre più aziende globali di entrare in un Continente in rapida crescita

L’economia di Internet in Africa si sta sviluppando molto rapidamente, con il volume del commercio online continentale che cresce del 21% su base annua, il 75% più velocemente della media globale. Nonostante l’Africa rappresenti oggi il 17% della popolazione del pianeta, il valore totale del suo eCommerce vale solo il 2% a livello mondiale. Per aiutare a far crescere il PIL online dell’Africa, Stripe ha stipulato un accordo per acquisire Paystack, una società tecnologica con sede a Lagos che facilita la gestione dei pagamenti da tutto il mondo per ogni tipo di business.

Già oggi in Nigeria e in Ghana più di 60.000 aziende di ogni dimensione utilizzano Paystack per gestire in modo sicuro pagamenti online e offline, lanciare nuovi modelli di business e migliorare il proprio rapporto con i clienti. Può sembrare incredibile, ma Paystack elabora già più della metà di tutte le transazioni online che avvengono in Nigeria e ha piani ambiziosi per espandersi in altri Paesi del continente. Di recente, ad esempio, Paystack ha avviato un progetto pilota accanto ad alcune imprese con sede in Sud Africa.

Stripe e Paystack lavorano a stretto contatto già da tempo. Nel 2018, Stripe ha guidato il round di finanziamento di serie “A” di Paystack e ha fornito continuo supporto al loro rapido processo di crescita.

“In soli cinque anni, Paystack ha portato a termine ciò che molte aziende non sono state in grado di ottenere in decenni. Il loro approccio “technology-first”, i loro valori e le loro ambizioni sono in linea con le nostre. Questa acquisizione fornirà a Paystack nuove risorse per sviluppare prodotti, supportare un numero crescente di aziende e consolidare un mercato africano dei pagamenti che attualmente è iper-frammentato “, ha affermato Matt Henderson, Business Lead di Stripe EMEA. “Non vediamo l’ora di vedere quale sarà la loro prossima mossa e come la loro crescita possa mettere il turbo all’ecosistema tecnologico africano“.

Paystack continuerà a operare in modo indipendente, facendo crescere la propria operatività in Africa e aggiungendo un numero ancora più ampio di sistemi pagamento internazionali in piattaforma. Nel tempo, Paystack contribuirà all’espansione del “Global Payments and Treasury Network (GPTN)” di Stripe, un’infrastruttura programmabile per il movimento di denaro a livello globale, che attualmente copre 42 Paesi.

Paystack è un motore di crescita per le imprese in Africa, e non potremmo essere più entusiasti di unire le forze con Stripe, la cui Mission e i cui valori sono così allineati con i nostri, per coltivare nuove realtà in grado di portare trasformazione nel continente“, ha affermato Shola Akinlade, CEO e co-founder di Paystack. “Crediamo profondamente che con gli strumenti giusti gli inventori, gli sviluppatori e gli imprenditori africani possano fare cose incredibili. Sfruttando le risorse e la profonda esperienza di Stripe, puntiamo ad accelerare la nostra espansione geografica e a introdurre un maggior numero di mezzi di pagamento, di servizi a valore aggiunto e d’integrazioni più sofisticate con le piattaforme globali“.