Nove musei italiani scelgono Alipay per migliorare l’interazione con i turisti cinesi

In occasione della Giornata Internazionale dei Musei, Digital to Asia annuncia la collaborazione tra nove musei italiani e Alipay, una delle principali piattaforme digitali aperte, con l’obiettivo di migliorare il coinvolgimento digitale con il pubblico cinese in un momento in cui il turismo internazionale è ancora colpito dalla pandemia

In occasione della Giornata Internazionale dei Musei, Digital to Asia annuncia oggi la collaborazione tra nove musei italiani e Alipay, una delle principali piattaforme digitali aperte, con l’obiettivo di migliorare il coinvolgimento digitale con il pubblico cinese in un momento in cui il turismo internazionale è ancora colpito dalla pandemia. Le realtà museali coinvolte nel progetto sono il Palazzo Reale di Genova, i Musei Reali di Torino, i Musei del Bargello a Firenze, le Gallerie Nazionali d’Arte Antica di Roma, il Parco Archeologico di Ostia Antica, Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli (Roma), la Reggia di Caserta, il Parco Archeologico di Paestum e Velia e il Museo Archeologico Nazionale di Taranto.

I turisti cinesi amanti dell’arte possono ora ammirare la bellezza dei 9 musei attraverso i contenuti pubblicati sull’account lifestyle di Alipay, uno strumento digitale della piattaforma Alipay che aiuta le aziende a connettersi e interagire meglio con gli utenti. Il progetto Musei Italiani In Cina (MITICI) è supportato dal Ministero della Cultura italiano ed è gestito da Digital to Asia, agenzia italiana di marketing digitale che aiuta le imprese europee a promuovere i propri prodotti e servizi nel mercato asiatico, in particolare verso i consumatori cinesi.

“Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto vincitore del Premio Spina per l’innovazione è ben lieto di coinvolgere e interagire con chi attraverso il lifestyle account di Alipay cerca una fruizione sempre più coinvolgente e inclusiva del patrimonio culturale”, afferma Eva Degl’Innocenti, direttrice del MArTA.

“Come Marketing partner di Alipay, creiamo e gestiamo da anni progetti di marketing sul turismo inbound, offrendo esperienze di lifestyle sulla piattaforma di Alipay. Questo progetto culturale, organizzato con il supporto del Ministero della Cultura, è la conferma che Alipay è uno strumento potente per diffondere la conoscenza delle bellezze e della cultura italiana. Confidiamo che gli utenti cinesi saranno felici di scoprire le attrazioni italiane attraverso la piattaforma e verranno a visitare il nostro Paese non appena la pandemia sarà finalmente alle spalle”, afferma Giuliana Zagarella, CEO di Digital to Asia.

“Alipay si impegna a supportare le attività digitali di brand e di istituzioni per aiutarli a coinvolgere e a collaborare con i propri consumatori. Siamo lieti che i musei italiani, che sono tra le istituzioni culturali più innovative, abbiano deciso di investire sugli strumenti digitali della nostra piattaforma per costruire e rafforzare la loro relazione con i consumatori cinesi. Riconosciamo, inoltre, gli sforzi di Digital to Asia, che è stato in grado di sensibilizzare i suoi partner riguardo al valore aggiunto che soluzioni mobili e globali come queste sono in grado di offrire e che ha supportato i musei italiani nel loro percorso di digitalizzazione”, afferma Pietro Candela, Head of Business Development in Europe di Alipay.

Un report dell’UNESCO pubblicato a maggio 2020 ha mostrato che l’industria museale globale è stata gravemente colpita dal Covid-19, con quasi il 90% dei musei in tutto il mondo che hanno chiuso la loro attività durante la pandemia[1]. Tuttavia, meno del 20% delle collezioni museali era disponibile online secondo uno studio della Network of European Museum Organisations di luglio 2020[2]. La pandemia ha accelerato il passaggio al digitale, con un numero maggiore di musei che hanno deciso di sfruttare piattaforme e soluzioni digitali per portare mostre e tour online. Grazie alla tecnologia blockchain e livestream, anche gli oggetti da collezione sono diventati digitali.

A partire da maggio 2022, oltre 2.000 musei sono approdati sulla piattaforma Alipay per migliorare le loro operazioni digitali e per connettersi con gli amanti dell’arte, in particolare con le nuove generazioni digitali. Questi musei stanno utilizzando almeno uno degli strumenti e dei servizi digitali disponibili su Alipay, tra cui mini program, account lifestyle e oggetti da collezione digitali basati su blockchain.