ACI Worldwide offrirà la Tecnologia Universal Payments attraverso Microsoft Azure

La collaborazione a livello globale rappresenta un vantaggio per banche e altre organizzazioni che adottano il cloud - riducendo il costo totale di gestione, aumentando la scalabilità e migliorando la rapidità di adattamento al mercato

ACI Worldwide, leader mondiale nelle soluzioni bancarie e nei pagamenti elettronici in real-time, ha annunciato una collaborazione strategica globale con Microsoft attraverso Microsoft Partner Network, per supportare la rapida adozione da parte del settore dei pagamenti della tecnologia utilizzata nel cloud pubblico. Tra i principali dieci partner ISV globali di Microsoft nel settore dei servizi finanziari, ACI supporterà la crescita del settore in cui opera l’azienda ed estenderà la capcità del proprio portfolio Universal Payments attraverso Microsoft Azure.

Il settore ha iniziato a raccogliere i benefici del cloud, tra cui costo totale di gestione più basso, maggiore scalabilità, rapidità di adattamento al mercato, strumenti di sviluppo potenziati, oltre all’integrazione di servizi di piattaforma come l’analisi dei dati e l’intelligenza artificiale. Il cloud, una componente vitale del modello di erogazione di servizi di oggi, consente alle banche e ad altre organizzazioni di capitalizzare nuove opportunità di mercato e accedere a nuovi canali. Implementando le soluzioni UP di ACI attraverso il cloud –  oltre che attraverso le tradizionali apllicazioni on-premise e on-demand – banche, intermediari, esercenti e aziende possono prosperare all’interno di un processo di disruption digitale senza precedenti.

La collaborazione consentirà inizialmente ai clienti di utilizzare la tecnologia ACI Universal Payments per l’implementazione guidata da Azure. Grazie a questo accordo, i clienti on-premise di ACI potranno beneficiare di una maggiore sicurezza (nonché di una riduzione delle spese in conto capitale a lungo termine) adottando un modello scalabile per l’infrastruttura basata su cloud: ciò sarà particolarmente vantaggioso per le neo banche e gli innovatori all’interno delle banche esistenti e intermediari.

Abbiamo assistito a un crescente interesse globale e alla rapida adozione della tecnologia dei pagamenti di ACI nel cloud sia da parte di nuove organizzazioni sia da quelle già affermate”, ha dichiarato Craig Saks, Chief Operating Officer di ACI Worldwide. “Di fatto, ci siamo assicurati due importanti clienti acquirer che utilizzano la nostra soluzione UP Retail Payments su Microsoft Azure. Poiché le tendenze globali, i mutevoli modelli di business e l’innovazione creano una nuova serie di sfide per il mondo dei pagamenti, questa collaborazione consentirà alle banche e alle altre organizzazioni di innovarsi e attraverso il cloud, di diventare più agili, implementando nuovi servizi di pagamento più rapidamente. Inoltre, queste ultime potranno sviluppare prove di fattibilità (proof of concepts), lanciarle e testarle sul mercato a basso costo – tutto ciò sta già ottenendo consensi fra i nostri clienti”.

Bill Borden, Corporate Vice President of Financial Services di Microsoft Corp., ha dichiarato: “Sempre più grandi banche a livello mondiale stanno adottando il cloud e la collaborazione con ACI su questa iniziativa chiave di crescita rafforza questa strategia. Grazie all’alto livello di stabilità, resilienza e prestazioni di Microsoft Azure unito alle soluzioni di pagamento di ACI, l’offerta di ACI potrà offrire alle organizzazioni una gamma di servizi ancora più ampia per i propri clienti finali”.

La famiglia delle soluzioni UP di ACI collega più modalità di pagamento con maggiori capacità di pagamento rispetto a qualsiasi altro fornitore. Le soluzioni controllano migliaia di funzionalità di pagamento – servizi alle imprese quali  autorizzazione, autenticazione, tokenization e molto altro ancora – per le transazioni basate su carta e digitali, comprese le applicazioni di pagamento standard in tempo reale. Queste capacità si combinano in modo unico, formando le soluzioni UP che eseguono le operazioni di pagamento di cui banche, aziende, eserchenti e intermediari hanno bisogno.