Nasce ARCA: ora online anche i patrimoni editoriali italiani

Arca è la piattaforma che consente di fare ricerche per temi e acquistare speciali contenuti editoriali in digitale. Primo ad aderire il prestigioso patrimonio de L’Erma di Bretschneider

La divisione ricerca e sviluppo di Aton IT, in collaborazione con la Sapienza Università di Roma e L’Erma di Bretschneider, casa editrice fondata nel 1896, ha progettato e realizzato l’esclusiva piattaforma ARCA (Academic Research Creativity Archive) che consente, tramite abbonamento, la fruizione di un innovativo servizio di consultazione online, ricerca per temi e associazioni semantiche, con possibilità di estrapolazione e acquisto personalizzato di contenuti testuali e audiovisivi.

A chi si rivolge ARCA

Utile per ricercatori, appassionati e studenti, la piattaforma ARCA offre la possibilità agli editori di mettere a disposizione degli interessati il proprio patrimonio editoriale in formato digitale, proponendo la consultazione e la vendita. La prima casa editrice ad aderire al progetto è L’Erma di Brotschneider, che ha preso parte allo sviluppo della piattaforma fornendo il suo prestigioso catalogo.

L’idea progettuale – spiega Fabio Maria Petriccione, senior Project Manager di Aton IT – è stata quella di sviluppare una piattaforma integrata di prodotti e servizi digitali innovativi in grado di creare nuove opportunità di acquisto e fruizione di contenuti testuali e audiovisivi”.

I dettagli del progetto

Il progetto parte dallo sviluppo e dall’implementazione di un processo mirato di estrazione degli elementi strutturali che compongono un libro: indici, capitoli, testi e immagini utilizzando la tecnologia informatica del Natural Language Processing (NLP), nota anche come Named Entity Extraction (NER).

Questa ha consentito di ottenere l’identificazione e la classificazione degli elementi chiave di un testo in categorie predefinite, seguita poi da attività di Entity Linking (NL) per definire le relazioni esistenti tra le entità estratte.

La piattaforma è stata recentemente presentata nel corso della 16a Italian Research Conference on Digital Libraries, a Bari, dai rappresentanti della Sapienza Università di Roma, partner di Aton IT, suscitando notevole interesse nel mondo accademico nazionale e internazionale.

La piattaforma – prosegue Petriccione – consente di integrare il servizio con ulteriori approfondimenti della ricerca, attraverso l’inclusione nella libreria digitale di testi di altri contesti geografici e disciplinari e il tentativo di gestire la ricerca, contemporaneamente, sui testi accademici/scientifici disponibili sul web”.