Moving Up chiude il 2019 a +50% rispetto al 2018

Il digital hub di Marco Valenti chiude l’anno con aumenti di fatturato, organico e posizionamento. Importanti novità in arrivo nel 2020

moving up

Moving Up, tech company specializzata nello sviluppo di soluzioni per l’ad-tech, si avvicina a una fine di anno di segno positivo dichiarando un incremento dei ricavi del 50% sull’anno precedente pari a un fatturato di circa 12 milioni di euro.

Dal digital out-of-home al digital audio, fino allo sviluppo di piattaforme di programmatic proprietarie, Moving Up conosce dalla sua fondazione una crescita costante anno su anno con investimenti continui in ricerca e sviluppo, partnership di valore e risorse professionali complementari.

La prima piattaforma 100% cross-canaleXicle, nata lo scorso giugno dall’unione commerciale con la concessionaria Tg|adv, è tra gli elementi distintivi dell’offerta di soluzioni ad-tech integrate di Moving Up con cui il percorso di innovazione digitale di Editori e Aziende diviene realtà, abbattendo i confini tradizionali tra online e offline.

Siamo orgogliosi del riconoscimento che stiamo ricevendo e delle molte conferme positive che ci sono giunte in questo anno dai player e dagli operatori del digital advertising. Sono uno sprone a proseguire nell’impegnarci a ottimizzare tecnologie e strumenti di misurazione anche in aree fino a pochi anni fa considerate offline, come il dooh, e a investire una volta di più in soluzioni complete per gli Editori e le imprese” commenta Alberto Gugliada, Ceo di Tg|adv.

Il DOOH è l’area in cui è particolarmente marcato il trend di consolidamento e riconoscibilità di Moving Up nel mercato pubblicitario italiano. Marco Valenti, Ceo & Co-Founder di Moving Up commenta al riguardo come “Il forte investimento fatto negli ultimi tre anni nel Digital Out of Home data driven, di cui siamo stati i precursori, e nell’instaurare rapporti e collaborazioni professionali con i principali attori del panorama editoriale e digitale nazionali ha dato i suoi frutti. La chiusura d’anno a +50% sul 2018 ci premia per aver saputo operare con la giusta visione all’interno di un perimetro altamente consolidato e costante di concessioni e accordi che promettono di ripetersi anche nel prossimo futuro”.

Dalla monetizzazione di property web (con un network che conta oltre un miliardo di impression), al digital out of home (con una copertura del 75% sul mercato italiano), dal digital audio (con un network di radio e web radio nazionali e locali in rapido ampliamento) al network mobile Ad Colony, la visione di una cross-canalità digitale completa e integrata si fa sempre più concreta così come il proposito annunciato con Tg|adv e con questa subito avviato, di diventare tra i primi player indipendenti del mercato italiano nell’industria digital.

Potendo contare oggi su un team di oltre 40 professionisti attivi dalle sedi di Milano, Roma e Palermo che lavorano per realizzare progetti di digital transformation lungimiranti, il manager si apre a un soddisfatto commento su importanti novità in arrivo già da inizio 2020 – “Forti dei dati di chiusura 2019, ci avviamo ad aprire il nuovo anno con un piano di espansione e sviluppo ambizioso che interessa tutte le aree, ancora più focalizzato su quella che è la mission aziendale: la digitalizzazione dei media tradizionali” conclude Valenti.