Il food delivery, grande opportunità per il packaging out-of-home

La ricerca dell’istituto Smithers Pira, commissionata dal Gruppo Asia Pulp & Paper (APP), evidenzia un mercato florido e in espansione per il packaging OOH

APP

La cucina gourmet è diventata ormai una tendenza consolidata, hamburger sofisticati, panini alla tartare e via dicendo. Qualsiasi piatto, purchè ben presentato, assume un valore diverso, economico e non solo. La presentazione scenica trova un ostacolo nel take away, in tutte le forme che ha assunto a oggi. Sulla piazza ci sono infatti diversi servizi di asporto, tra i quali Deliveroo, Just Eat, Foodora, UberEATS, per citarne alcuni. Sono ormai un mercato in continua espansione, in cui diversi player si stanno affacciando rapidamente come Amazon o le catene di supermercati, piccole aziende locali o ristoranti digitali. Di fatto, l’ordinazione digitale sta conquistando il mercato. Secondo il Censis (dati marzo 2017) sono già 19,4 milioni gli Italiani che acquistano cibo take-away online e le consegne di cibo a domicilio valgono ben 812 milioni di euro e di questi 200 milioni sono riconducibili agli ordini ai ristoranti, cresciuti del 66% in dodici mesi (Osservatorio ecommerce B2c del Politecnico di Milano).
Ma come presentare lo stesso piatto anche a casa del cliente? È qui che entra il gioco il packaging, indispensabile per una comunicazione efficace del brand e del servizio, in modo da rendere riconoscibile il brand legato al prodotto alimentare anche al di fuori delle mura del ristorante stesso.
La nuova ricerca dell’istituto Smithers Pira, commissionata dal Gruppo Asia Pulp & Paper (APP), rileva che il mercato europeo del packaging out-of-home (OOH) crescerà del 6% per raggiungere un valore totale di 6 miliardi entro il 2020, proprio grazie all’incremento dei mercati fast food e fast-casual. Solo in Italia, il ritmo medio di crescita è pari all’1,2% annuo.
Secondo la ricerca, il valore totale del mercato del packaging nell’Ovest Europa nel 2016 è stato pari a 184 miliardi di dollari, con un’attesa di crescita del 2,8% annuo fino al 2020. Per l’Est Europa, un mercato senz’altro meno saturo rispetto a quello dell’Europa Occidentale, la crescita stimata è ancora più promettente: +3% annuo a partire da un valore base di 48,1 miliardi di dollari registrato nel 2016. In tutto il continente, la popolarità crescente della consegna a domicilio e dei fast food porta a prevedere entro il 2020 un sorpasso da parte di tali settori sulla quota di mercato dei ristoranti full-service.
Il packaging per il mercato OOH è da sempre un segmento importante della linea di prodotti di Asia Pulp & Paper, che ai pasti a domicilio dedica Foopak e Sinar Kraft. La gamma della linea Foopak è costituita da imballi a contatto con cibo e bevande per il retail food & beverage. La gamma di prodotti spazia dalle carte ai cartoni e cartoncini oleati, cupcake e altri prodotti da forno. L’intera gamma Foopak è conforme ai più elevati standard internazionali per igiene e salute. SinarKraft è una gamma di packaging multistrato in cartone e cartoncino. Il prodotto, a tre strati, è costituito da strati kraft composti da fibre di legno duro sbiancate e uno strato interno in kraft non bianchito. SinarKraft è certificato PEFC (Programme for the Endorsement of Forest Certification) e offre massima resistenza alle temperature fredde, rendendolo ideale per il confezionamento di bevande e per il packaging dei surgelati.