Google: evento hardware, nuovi prodotti incluso il suo nuovo smartphone Pixel 3

I nuovi telefoni Pixel di Google sono stati finalmente svelati. Migliorare la fotocamera del telefono usando l’intelligenza artificiale

google-evento-hardware

Durante l’evento di New York sono stati presentati i nuovi smartphone Google Pixel 3 e Pixel 3 XL. Big G punta forte sull’intelligenza artificiale. Il punto di riferimento da battere è Apple, e Google non sembra voler nascondere questa sua grande aspirazione. Tra le nuove caratteristiche di questo device di fascia alta c’è la funzione Google Duplex, una sorta di segreteria telefonica potenziata con l’IA che risponde per conto nostro quando arriva una chiamata da numero sconosciuto. La grande novità è rappresentata dal chip Titan M, una soluzione di sicurezza informatica che dovrebbe garantire protezione dei dati personali, crittografia della memoria e integrità del sistema operativo direttamente “a bordo” del telefono.

Il Rick Osterloh di Google è salito sul palco per spiegare in che modo i nuovi prodotti di Google erano incentrati sull’idea di “aiuto”. Osterloh ha detto che la combinazione di hardware, software e intelligenza artificiale è la chiave per dare alle persone un’esperienza più personale e utile. ha fatto riferimento a tre prodotti hardware Google di successo: Google Home, il laptop Pixelbook e lo smartphone Pixel 2. Ha quindi annunciato aggiornamenti a tutti quei dispositivi.

Osterloh ha presentato tutti i nuovi dispositivi contemporaneamente: lo smartphone Pixel 3, un nuovo tablet chiamato Pixel Slate e uno schermo intelligente “per la vita a casa” in modo da poter visualizzare le informazioni necessarie, chiamate Home Hub di Google. Per quanto riguarda la scheda tecnica, i due smartphone montano il SoC Snapdragon 845 supportato da 4 gigabyte di RAM e da 64 o 128 gigabyte di spazio d’archiviazione. Google va controcorrente invece per quanto riguarda il comparto fotografico. Doppio sensore nella parte frontale, per selfie davvero eccezionali, mentre nella parte posteriore rimane il sensore singolo da 12,2 MP.

La differenza sostanziale tra i due device è nelle dimensioni, 6,3 pollici per la versione XL, 5 pollici per quella standard. Il Google Pixel 3 costa 899 euro nella versione da 64 GB e 999 euro nella versione da 128 GB, Il Pixel 3 XL costa 999 euro nella versione da 64 gigabyte e 1.099 euro nella versione da 128 gigabyte. Già disponibili per il preordine, uscita il 2 novembre. Insieme ai due nuovi smartphone Google ha presentato nel corso dell’evento denominato Made By Google anche alcuni nuovi accessori (il Pixel Stand, caricabatteria wireless, e le cover personalizzate, tanto per fare alcuni esempi), il Pixel Slate (primo tablet ibrido con Chrome OS a bordo), l’Home Hub (l’assistente domestico a intelligenza artificiale dotato di monitor) e il Chromecast di terza generazione.

Pixel 3 e Pixel 3 XL saranno la terza volta di Google al confronto con rivali hardware come Apple, Samsung e Amazon. La società ha investito maggiormente nella sua linea di dispositivi Made by Google, che comprende qualsiasi cosa, dalle cuffie per la realtà virtuale Daydream al suo dispositivo Chromecast e ai dongle di streaming audio. L’obiettivo è competere con Apple, Samsung e Amazon nel tentativo di portare i propri gadget in tasca e a casa. In particolare, Google ha spinto il suo software Assistant, un aiutante digitale simile all’Amazon di Amazon o Siri di Apple, nel tentativo di soddisfare gli utenti – e i loro dati – ovunque nella loro vita quotidiana.