Apple: brevettato un cinturino con identificazione biometrica tramite la pelle

Apple ha brevettato un cinturino per il suo Apple Watch che potrebbe identificare una persona grazie all'analisi biometrica della pelle del polso.

Nello specifico, come riportato da Tech Crunch, questo è solo uno di tre brevetti che Apple ha depositato per i cinturini per Apple Watch del futuro.

Il cinturino biometrico

Il primo brevetto descrive un sensore incorporato nell’orologio o nel cinturino dell’orologio che potrebbe utilizzare gli infrarossi per creare un’immagine termica del polso e dei suoi tratti identificativi (come la struttura della pelle / i peli del braccio) per stabilire chi lo indossa: una specie di impronta digitale, ma del polso.

A differenza della maggior parte degli altri dispositivi Apple, l’Apple Watch attualmente non ha alcun tipo di biometria integrata per lo sblocco: non esiste un sensore di impronte digitali per Touch ID o fotocamera per Face ID. Per sbloccare l’Apple Watch bisogna toccare lo schermo e inserire un PIN. Una configurazione del sensore come questa potrebbe rendere automatico il processo di sblocco senza la necessità di sbloccare il telefono.

Si tratterebbe di una novità che potrebbe sponare ancora di più l’utilizzo dei dispositivi weareble come device adatti ad eseguire transazioni di denaro in forma digitale.

Il cinturino auto-adattante

Il secondo brevetto concesso descrive un cinturino che può adattarsi in autonomia: pensa alle scarpe Nike che si auto stringono, ma al polso. Se l’orologio rileva che sta scivolando mentre stai correndo (o se i suddetti sensori termici richiedono uno sguardo più attento alla pelle del polso), i tenditori nel dispositivo potrebbero stringere o allentare la fascia a comando.

Il cinturino con misuratori incorporati

Infine, un terzo ha concesso un armeggiamento di brevetti con l’idea di un cinturino con indicatori di illuminazione incorporati – come, ad esempio, una luce di notifica per i messaggi in arrivo o un misuratore che si riempie per dirti a colpo d’occhio quanta distanza hai percorso durante la corsa o una striscia che diventa gialla quando hai qualcosa sul tuo calendario nell’ora successiva. Tutto ciò può già essere fatto sullo schermo dell’orologio, ovviamente: ciò consentirebbe semplicemente di farlo senza dover accendere l’intero display.

Possibilità, non certezze

Come sempre, vale la pena notare che i brevetti concessi non garantiscono che tali caratteristiche arriveranno al prodotto finale – solo che Apple ha trovato qualcosa di interessante nei suoi laboratori di ricerca e sviluppo e ha deciso di bloccarlo.

Finora Apple ha mantenuto i suoi cinturini relativamente semplici così da poter essere scambiati o sostituiti con faciltià; l’aggiunta di sensori e indicatori al cinturino complicherebbe il tutto. Come utente dovresti decidere: vuoi il cinturino che ti piace di più al polso o quello con le fantastiche luci di notifica?