Amazon sposta la forza lavoro nei magazzini alimentari e alza gli stipendi ai dipendenti

Amazon sta tentando di aumentare la forza lavoro nei magazzini per rispondere alla crescente domanda di alimentari e beni di prima necessità. Anche attraverso incentivi economici ai dipendenti

Secondo un documento interno esaminato da Reuters, Amazon starebbe offrendo una retribuzione più alta per reclutare dipendenti nei magazzini destinati al ritiro e il confezionamento di generi alimentari. Obiettivo della piattaforma è rispondere alla domanda crescente di ordini online e alla carenza di lavoratori.

Oltre a reclutare nuovi dipendenti, il gigante dell’ecommerce sta riassegnando parte della sua vasta forza lavoro per gestire un picco nelle vendite online di generi alimentari, mentre milioni di di persone sono bloccate in casa a causa dell’epidemia di COVID-19.

I servizi food delivery di Amazon

Amazon offre servizi di consegna di alimentari online attraverso Amazon Fresh direttamente dai propri magazzini di alimentari, e con Amazon Prime Now, dai negozi Whole Foods.

L’attività Prime Now ha visto un aumento di massa del volume e ora offre opportunità di condivisione della manodopera“, ha detto Amazon in un messaggio inviato ai magazzinieri in USA, che è stato visionato da Reuters. Non è chiaro se i lavoratori in altri stati abbiano ricevuto comunicazioni simili.

I vantaggi per i dipendenti Amazon

I dipendenti che sceglieranno di effettuare il passaggio di ruolo negli Stati Uniti, potranno guadagnare 19 dollari l’ora, un aumento di 2 dollari in più rispetto a quello già annunciato da Amazon all’inizio di questo mese.

Le posizioni di Amazon Fresh richiedono di lavorare in un ambiente refrigerato, mentre il ruolo di shopper di Prime Now comporta la raccolta e l’imballaggio dei prodotti per gli ordini online ritirati dai negozi in tempi strettissimi.