Sempre più utenti acquistano online i prodotti di bellezza: risparmi fino al -69,7%

+129,7% di intenzioni di acquisto online rispetto allo scorso anno. Tra i prodotti più desiderati vi sono i profumi, il make up e i prodotti per il trattamento del viso. Chanel, Dior e Lancôme i brand preferiti.

06 Settembre 2019 – Make up, creme, trattamenti viso e corpo e profumi vengono ancora comprati nelle profumerie o, visti i prezzi spesso alti, vengono cercati anche online, nella speranza che si possa in qualche modo risparmiare? idealo – portale internazionale di comparazione prezzi tra i leader in Europa – ha voluto analizzare la categoria beauty del proprio portale italiano scoprendo, ad esempio, che l’acquisto di questi prodotti online consente all’utente un risparmio massimo medio del –15,8%, pari a circa 120 euro. idealo, inoltre, ha evidenziato nell’ultimo anno un aumento del +129,7% delle intenzioni di acquisto (+174,9% per i soli prodotti relativi a profumi, cosmetici e per la cura del corpo) .

Cosa cercano online gli utenti interessati al beauty

Tra i prodotti della categoria che interessano maggiormente gli e-consumer italiani troviamo al primo posto i profumi da donna, seguiti dai profumi da uomo e dai prodotti di make up. Vi sono poi gli articoli per i trattamenti per il viso, i prodotti e gli accessori per la cura dei capelli, i prodotti per la pelle e per il corpo e infine i solari.

Le possibilità di risparmio

Il risparmio massimo medio per l’intera categoria oggetto dello studio è del -15,8% ma, analizzate singolarmente, le singole categorie possono garantire un risparmio notevolmente maggiore. Ad esempio, acquistando i prodotti per la rasatura a Settembre – mese nel quale è stato rilevato il prezzo medio più basso della categoria – è possibile risparmiare fino al -69,7%. Acquistando invece i prodotti per la manicure a Febbraio è possibile ottenere un risparmio massimo del -63,3%. Ancora, il mese migliore per i prodotti per la cura delle mani è Giugno (-58,5%), mentre quello migliore per acquistare le spazzole per i capelli è Settembre (-54,4%).

Relativamente ai prodotti della categoria più cercati online, per i profumi da donna è possibile risparmiare il -11,2%, per quelli da uomo -11,6%, per il make up -12,0%,

Gli e-consumer più interessati

Si tratta, per la stragrande maggioranza, di donne (70,5% vs ricerche effettuate da uomini: 29,5%) e di persone tra i 25 e i 34 anni di età (26,5%). Seguono poi gli utenti tra i 35 e i 44 anni (25,3%) e infine quelli tra i 45 e i 54 (20,7%).

L’analisi effettuata da idealo ha rivelato che il 70,9% delle ricerche viene effettuato da dispositivi mobili – primi tra tutti quelli Android con una percentuale di utilizzo pari al 70,4% tra gli smartphone – segue poi l’utilizzo del desktop (23,3%). L’orario di navigazione preferito per la ricerca di prodotti legati al settore beauty è tra le 14 e le 17 e tra le 21 e le 23; il giorno preferito, invece, il mercoledì (in settimana sono state rilevate +6,5% di intenzioni di acquisto rispetto al weekend). Infine, i tre mesi nei quali sono state rilevate maggiori ricerche sono stati Dicembre, Novembre e Ottobre.

I brand e i prodotti più desiderati

Relativamente ai dieci brand preferiti dagli e-consumer italiani a tema beauty, questi sono : Chanel, Dior, Lancôme, Giorgio Armani, Yves Saint Laurent, Paco Rabanne, Vichy, Dolce & Gabbana, Narciso Rodriguez, Guerlain.

I cinque prodotti più cercati, invece, sono tutti profumi: Lancôme La Vie est Belle Eau de Parfum, Dior Sauvage Eau de Toilette, Givenchy L’Interdit 2018 Eau de Parfum, Creed Aventus Eau de Parfum, Giorgio Armani Si Eau de Parfum .

“Come ci aspettavamo, tra i prodotti di bellezza per i quali si utilizza maggiormente la comparazione prezzi vi sono tutti articoli di fascia alta e molto alta – come ad esempio dei brand Chanel o Dior – per i quali online è possibile risparmiare addirittura diverse decine di euro – ha commentato Fabio Plebani, Country Manager per l’Italia di idealo – E’ proprio questo, infatti, il valore aggiunto della comparazione prezzi: potersi permettere prodotti top pagandoli quanto quelli di fascia media o medio bassa, ottenendo quindi il massimo ma pagandolo il minimo”.