L’approccio di Astound Commerce nel mercato italiano

Astound Commerce crede nella rinascita digitale delle imprese per andare verso una ripresa e propone il suo approccio di supporto al mercato italiano

Massimo Marconi, VP Sales&Client di Astound Commerce Italy

Negli ultimi due decenni, Astound Commerce, la più grande agenzia internazionale di digital commerce, ha creato un network in grado di soddisfare le esigenze dei propri clienti e si è posizionato sul mercato attuale come leader di settore grazie anche alla collaborazione con partner rinomati a livello mondiale, come avvenuto nel caso italiano con le partnerhips siglate con Salesforce e Magento.

La condivisione delle idee con i clienti e la costruzione della fiducia con i propri partner sono i due punti cardine dell’approccio di Astound Commerce che hanno come obiettivo la creazione di una filiera virtuosa e di valore oltre alla ricerca di un risultato di successo per tutti gli attori coinvolti. Nonostante il lockdown causato dall’emergenza sanitaria COVID-19, le strategie e le modalità di relazionarsi con le terze parti del team di Astound non hanno subito alterazioni. La digital agency ha potuto continuare a svolgere le proprie attività mettendo in evidenza quanto il digitale sia diventato di vitale importanza per le imprese.

Massimo Marconi, VP Sales&Client Astound Commerce Italy ha dichiarato come “L’Italia, come altre parti del mondo, sta attraversando un momento d’incertezza economica nel quale la focalizzazione sul digitale, ed in particolare sull’ecommerce, potrebbe essere il modo per rilanciare le imprese ed in alcuni settori la trasformazione è già cominciata. Questo rilancio – continua Marconi – è basato su un sottinteso che non viene spesso evidenziato: non c’è spazio, né tempo, per ritardi, approssimazioni, incomprensioni. Non esiste un piano B. Per questo motivo trovo che la fiducia e la correttezza che sono valori fondanti di Astound Commerce, insieme alla estrema competenza tecnologica, siano particolarmente rilevanti per il mercato italiano e sono sicuro che possano fare la differenza per permettere alle imprese italiane la rinascita digitale”.