idealo indaga l’interesse online al tempo del rientro a scuola, si torna in presenza

Cresce l’interesse per gli zaini (+60,2%), diminuisce quello per gli strumenti legati alla didattica a distanza, il 45,5% degli intervistati comprerà comunque un device per fini didattici e quasi il 70% si prepara al rientro a scuola facendo acquisti anche online

Manca poco al rientro a scuola, un ritorno particolarmente importante in quanto pensato per essere in presenza. idealo – portale internazionale di comparazione prezzi leader in Europa – ha voluto capire se le famiglie italiane si siano attrezzate con tutto il necessario e se lo spauracchio della Didattica a Distanza aleggia ancora.

Di certo, la repentina digital transformation avvenuta in Italia tra il 2020 ed il 2021 ha contribuito a pensare ad una possibile scuola 2.0 in cui mondo fisico ed online possono coesistere. Lo dimostrano le risposte legate ad un recente sondaggio di idealo, secondo cui i genitori italiani si preparano al ritorno a scuola dei propri figli facendo acquisti online: quasi il 70% di questi, infatti, sta effettuando acquisti anche o esclusivamente online, mentre è solo il 15,9% ad effettuare acquisti esclusivamente offline, sintomo che il mondo della scuola è sempre più influenzato dall’e-commerce.

Si torna – però – a pensare alla scuola in presenza: secondo gli ultimi dati analizzati da idealo, le ricerche di zaini scuola tornano a crescere del 60,2% ad agosto 2021 rispetto allo stesso mese del 2020; in controtendenza – invece – le ricerche di Pc All in One (-10,4%) e Notebook (-12,7%).

A fronte probabilmente di una richiesta inferiore, calano i prezzi dei principali strumenti di elettronica idonei per la didattica a distanza, nel corso di agosto 2021 i prezzi dei tablet sono scesi di oltre il 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, così come quelli delle webcam. Da segnalare, un’importante riduzione del 12% sui prezzi dei notebook (con una media di circa 140 euro di sconto per dispositivo), mentre solo del 5,6% sugli zaini scuola.         

Ciò che viene confermato anche quest’anno è che acquistare online gli articoli necessari per il rientro a scuola fa risparmiare: su uno zaino è possibile ottenere un risparmio massimo medio del 14,2%, sui dispositivi elettronici ci si attesta sul 10,6%. Un risparmio, che in termini economici, arriva fino a circa 270 euro per un Notebook, circa 80 euro per una stampante multifunzione e 70 euro per un tablet o un PC All in One.

Scuola in presenza quindi, ma con qualche riserva

L’ombra della DaD, però, si fa strada nelle risposte degli intervistati che vogliono farsi trovare preparati ad eventuali cambiamenti a cui ci hanno abituato gli anni appena trascorsi: il 45,5% dei rispondenti al sondaggio di idealo prevede tuttora di acquistare un dispositivo elettronico da utilizzare per fini didattici. Tra i vari dispositivi pensati per una ripresa delle attività di didattica a distanza, le principali preferenze degli intervistati sono legate a Tablet (58,8%), PC (32,3%) e Notebook (23,5%).

Chi si occupa di questi acquisti in famiglia?

Secondo i dati di idealo, deputate alla scuola in presenza sono le donne: il 67,3% di ricerche legate agli zaini scuola è stato effettuato dalle donne e solo il 32,7% dagli uomini. Al contrario, quando si tratta di cercare strumenti per la didattica a distanza il dato si inverte drasticamente, si tratta infatti di ricerche effettuate per il 71,4% da uomini e per il 28,6% da donne.

Le regioni più digital

Il Lazio è la regione dove è cresciuto maggiormente l’interesse online ogni 100mila abitanti per i prodotti legati al rientro a scuola. Seguono tutte regioni del nord Italia, con il secondo posto della Lombardia ed il terzo del Trentino Alto Adige, a cui fanno seguito Emila Romagna e Veneto.