eCommerce & vendite natalizie: 7 best practice per migliorare la user experience dei clienti

Confermando il successo di Black Friday e Cyber Monday, Contentsquare condivide una serie di consigli per preparare i siti di ecommerce ad affrontare la sfida di Natale

 Il periodo delle festività natalizie porta con sé il consueto picco di acquisti online, un momento dell’anno che rappresenta per le aziende una straordinaria opportunità di business ma anche una sfida complessa che mette alla prova soprattutto le piattaforme di e-commerce.

Basti pensare che in occasione del weekend del Black Friday e Cyber Monday appena trascorso, Contentsquare, leader nella digital experience analytics ha rilevato complessivamente un aumento del 90% del traffico mobile e del 46% del traffico desktop rispetto al periodo del mese precedente (1-31 ottobre). Questi dati sono emersi dall’analisi di 4 miliardi di sessioni di ricerca per oltre 21 miliardi di pagine analizzate in ambito Consumer Electronics, Fashion & Beauty, alimentari, beni di consumo e lusso.

I segmenti di mercato particolarmente interessati da sensibili incrementi di traffico sono il Consumer Electronics (+27,6%), seguito dal Fashion (+27,3%) e dal settore alimentare (+24,9%).

Spicca inoltre il comparto Beauty con un aumento del 70,9% del traffico durante il weekend del Black Friday e Cyber Monday, rispetto a quello dei beni di consumo che ha registrato un mero aumento del 7,9%.

Queste tendenze non fanno che confermare quanto evidenziato nel recente Report presentato da Contentsquare, ovvero il ruolo centrale dell’e-commerce nelle strategie commerciali dei brand.

Tale report, che ha coinvolto 300 venditori online in Europa e Stati Uniti, ha evidenziato come oltre due terzi (62%) degli operatori del settore retail siano preoccupati soprattutto da eventuali problemi tecnici e inefficienze funzionali che rischiano di compromettere le vendite a fronte dei volumi elevati tipici del periodo del Black Friday e delle festività natalizie.

Il mobile si è attestato come il canale preferenziale per lo shopping online durante la stagione di punta delle vendite: dal report Contentsquare si evince infatti che quasi due terzi (64%) di tutto il traffico web nel 2021 sia arrivato dai dispositivi mobili con un incremento del 16% rispetto all’anno precedente. 

Proprio per supportare i responsabili e-commerce nell’affrontare le principali criticità del periodo e garantire ai consumatori una user experience ottimale, Contentsquare ha stilato una lista di aspetti che vanno presi in esame e ottimizzati concentrandosi su semplicità d’uso, design accattivante, velocità di caricamento e chiarezza dei contenuti.

1)      Homepage accattivante: l’homepage è la vetrina del sito web ed è un elemento strategico per evidenziare in modo chiaro le offerte in corso. Fnac punta ad esempio sul “senso di urgenza” evidenziando con un banner promozionale uno sconto del -15% sui computer in abbinamento al Click&Collect gratuito per ritirare il prodotto in negozio in 1h.

2)      Navigazione semplificata: le categorie di un sito web sono uno strumento prezioso per evidenziare le promozioni del momento. Sephora ad esempio ne propone una ad hoc dedicata al Natale, riconoscibile a colpo d’occhio rispetto a quelle tradizionali grazie ad un colore diverso.

3)      Conto alla rovescia: le offerte a tempo acuiscono il senso di urgenza nel consumatore e invogliano all’acquisto. Shopee ne propone uno all’interno del quale viene indicato chiaramente il termine della promozione, offrendo al contempo sconti proporzionali al numero di prodotti inseriti nel carrello per incoraggiare gli utenti ad incrementare la spesa.

4)      Shopping smart con i filtri: nel caso di e-commerce da migliaia di prodotti, può diventare frustrante per l’utente dover scorrere pagine e pagine prima di individuare quello di proprio interesse. Una soluzione può essere quella di utilizzare filtri temporanei come quelli proposti da Gap che consentono all’utente di scegliere agevolmente i regali di Natale filtrando i prodotti a catalogo a seconda del destinatario, del prezzo e della tipologia. Un’impostazione smart che si rivela utile in qualsiasi momento dell’anno, come dimostra il caso di Abercrombie & Fitch che per agevolare gli utenti nella scelta dei suoi prodotti offre svariati filtri (colore, materiale, impermeabilità, grado di calore, ecc)

5)      Disponibilità a chiare lettere: interessarsi a un prodotto per poi scoprire che è già sold out genera inevitabilmente un senso di frustrazione. Per evitare che ciò accada, Bed Bath & Beyond utilizza i filtri automatici che indicano chiaramente quali sono gli articoli in stock e quali quelli già esauriti. Inoltre, per incentivare gli utenti che preferiscono acquistare online per evitare le lunghe code in negozio, evidenzia anche l’opzione “ritiro”.

6)      Guida intuitiva ai regali di Natale: impostare una guida ai regali user-friendly e di semplice fruizione su qualsiasi device è un’ottima strategia per favorire le vendite e incrementare il tasso di conversione, scongiurando al contempo la possibilità di abbandono del carrello da parte dell’utente. Net-a-Porter ne offre una suddivisa in sottocategorie ben visibili nella parte superiore della pagina che consentono al cliente di filtrare i regali in base all’occasione, tipologia e designer di preferenza. 

7)      Più acquisti = omaggio: per incentivare le vendite e invogliare l’utente ad acquistare più di un prodotto, il brand Glossier inserisce automaticamente un omaggio nel carrello a seconda dell’importo raggiunto. Il regalo è ben evidenziato ma nel caso di importi di spesa minimi l’immagine del prodotto risulterà trasparente ad indicare la non disponibilità, mostrando al contempo l’importo mancante da raggiungere per riceverlo.

Questi e altri suggerimenti per affrontare con successo la stagione più intensa per le vendite, sono stati raccolti in un’apposita guida stilata da Contentsquare scaricabile qui.